La vignarola romana è un contorno di verdure miste, un piatto storico e poco conosciuto della cucina laziale che vale la pena riproporre.

La vignarola romana è un piatto della tradizione, e quando ancora si consumavano solo verdure fresche, era tipicamente primaverile.

La ricetta originale, infatti, prevede l’uso di piselli e fave fresche, ma se non li avete, o non è stagione, potete anche usarne di congelati. In questo caso, calcolate la metà della quantità, ossia 500 grammi, e verificate con l’assaggio i tempi di cottura, di solito più lunghi. Se volete rendere questo piatto vegano, eliminate la pancetta.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Vignarola romana
Vignarola romana

Preparazione della vignarola romana

Riempite una ciotola d’acqua e spremeteci il succo di mezzo limone. Pulite i carciofi. Dei gambi eliminate la punta estrema ormai sicuramente annerita dall’ossidazione, quindi pelateli. Dalla testa del carciofo eliminate le foglie più esterne dure e tagliate le punte con le spine.

Tagliateli a metà eliminate il fieno, tagliateli a fettine sottili, gambi compresi, e immergeteli nella ciotola con l’acqua acidulata. Sgranate piselli e fave separatamente e mettete da parte. Mettete a riscaldare un fuoco alto un pentolino con un litro e mezzo d’acqua. Pulite la cipolla e tagliatela a fettine sottili e ponetela in una padella o in una pentola con l’olio e la pancetta. Fate rosolare per 3-4 minuti su un fuoco medio girando spesso.

Aggiungete i carciofi scolati e un mestolo d’acqua calda e fate cuocere per cinque minuti, sempre girando spesso e abbassando il fuoco. Ora è il momento delle fave e di un altro mestolo d’acqua calda e cuocete per altri cinque minuti. Tocca ai piselli, con un altro mestolo d’acqua. Coprite e fate cuocere per quindici minuti. Solo quando mancano 2-3 minuti alla fine, salate, pepate e aggiungete le foglie di mentuccia. Versate in una ciotola e portate in tavola.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche gli ottimi carciofi al cartoccio.

Conservazione

La ricetta della vignarola si conserva per circa 2-3 giorni in frigorifero all’interno di un contenitore con coperchio a chiusura ermetica. Sconsigliamo la congelazione.

0/5 (0 Reviews)

Verdure gratinate ai formaggi

Cacio e pepe al lime