La classifica dei World’s 50 Best Restaurants 2021 vede trionfare il Noma di Copenaghen, ma come si posizionano i ristoranti italiani?

Dopo aver saltato l’appuntamento dello scorso anno, torna il World’s 50 Best Restaurants 2021, la classifica che mette in fila uno dopo l’altro i migliori ristoranti del mondo. L’evento, tanto atteso, si è svolto il 5 ottobre ad Anversa, nelle Fiandre, è ha visto trionfare il Noma di Copenaghen. Ma come si sono posizionati i ristoranti italiani?

9 ricette autunnali per la tua tavola

Ristorante
Ristorante

Migliori ristoranti al mondo 2021: bene gli italiani

Non ci stupisce molto scoprire che al primo posto della tanto attesa classifica ci sia il Noma di René Redzepi. Già da tempo infatti fa parlare di sé e questo riconoscimento può essere visto solo come una conferma. Sul secondo gradino del podio invece si trova un altro ristorante danese, il Geranium mentre per il terzo posto ci spostiamo in Spagna con l’Asador Etxerbarri.

Il primo ristorante italiano si trova in quindicesima posizione ed è Lido 84 guidato dai fratelli Camanini a Gardone Riviera, in provincia di Brescia ed è il miglior posizionamento di sempre di una new entry. Segue in diciottesima posizione il Piazza Duomo di Enrico Crippa, Le Calandre della famiglia Alajmo (26°) e il Reale Casadonna di Niko Romito (29°).

La classifica è stata stilata in base alle valutazioni fatte dai membri della The World’s 50 Best Restaurants Academy, una giuria eterogenea composta da giornalisti gastronomici, chef e gastroturisti. L’evento, sponsorizzato da S.Pellegrino e Acqua Panna, costituisce uno dei momenti più attesi del settore. Vediamo insieme la classifica completa.

The World’s 50 Best Restaurants 2021: la classifica

1 Noma – Copenhagen Danimarca
2 Geranium – Copenhagen Danimarca
3 Asador Etxerbarri – Atxondo Spagna
4 Central – Lima Perù
5 Disfrutar – Barcellona Spagna
6 Frantzèn – Stoccolma Svezia
7 Maido – Lima Perù
8 Odette – Singapore
9 Pujol – Messico City
10 The Chairman – Hong Kong Cina
11 Den – Tokyo Giappone
12 Steirereck – Vienna Austria
13 Don Julio – Bueons Aires Argentina
14 Mugaritz – San Sebastian Spagna
15 Lido 84 – Gardone Riviera
16 Elkano – Getaria Spagna
17 A casa do Porco – San Paolo Brasile
18 Piazza Duomo – Alba
19 Narisawa – Tokyo Giappone
20 Diverxo – Madrid Spagna
21 Hisa Franko – Kobarid Slovenia
22 Cosme – New York
23 Arpége – Parigi
24 Septime – Parigi
25 White Rabbit – Mosca
26 Le Calandre – Rubano
27 Quintonil – Mexico City Messico
28 Benu – San Francisco
29 Reale – Castel di Sangro
30 Twins Garden – Mosca
31 Restaurant Tim Raue – Berlino Germania
32 The Clove Club – Londra
33 Lyle’s – Londra
34 Burnt Ends – Singapore
35 Ultraviolet by Paul Pairet – Shanghai Cina
36 Hof Van Cleve – Kruishoutem Belgio
37 Singlethread – Healdsburg Usa
38 Boragò – Santiago Cile (premio sostenibilità)
39 Florilége – Tokyo Giappone
40 Suhring – Bangkok Tailandia
41 Alléno Paris Au Pavillon Ledoyen – Parigi Francia
42 Belcanto – Lisbona Portogallo
43 Atomix – New York Usa
44 Le Bernardin – New York Usa
45 Nobelhart & Schmutzig – Berlino Germania (new entry)
46 Leo – Bogotà Colombia
47 Maaemo – Oslo Norvegia
48 Atelier Crenn – San Francisco
49 Azurmendi – Larrabetzu Spagna
50 Wolfgat – Paternoster South Africa (new entry)

ultimo aggiornamento: 12-10-2021


Lavazza porta il caffè solare all’Expo Dubai 2020

Zucca: tutto quello che c’è da sapere sulla sua conservazione