Aglio fermentato: i benefici e il procedimento

Come fare un infuso vegan disintossicante

Come ottenere l’aglio fermentato, o aglio nero, e godere al massimo dei suoi benefici: maggiore energia e una pelle più giovane.

L’aglio nero, o aglio fermentato, non è altro che il classico aglio bianco che ha subito un trattamento specifico e che alla fine del procedimento ha cambiato non solo colore, ma anche consistenza e qualità. La prima impressione che si ha nel vederlo è che possa essere andato a male, ma in realtà, si tratta di un prodotto fermentato ricco di proprietà e benefici per l’organismo, e le nostre nonne lo sapevano bene.

I benefici che apporta si possono notare sia a livello fisico che mentale, con una maggiore energia e una pelle più giovane. Vediamo, dunque, come fermentare l’aglio in casa e quali sono tutti i benefici che può dare.

aglio fermentato
https://pixabay.com/it/aglio-aglio-nero-1039508/

Come ottenere l’aglio nero: procedimento di fermentazione e ossidazione

Per ottenere l’aglio nero, o fermentato, bisogna seguire due fasi: un processo di fermentazione e un processo di ossidazione.

Il periodo di lavorazione è piuttosto lungo e richiede circa due mesi tra una fase e l’altra. Farlo in casa non è affatto semplice e non è concesso alcun errore, altrimenti l’aglio tenderà a marcire.

Come primo step dovete lasciare i bulbi di aglio fresco a una temperatura di circa 30 gradi, per un periodo di due mesi. Non dovrete aggiungere additivi nè conservanti, ma lasciarlo risposare fino a quando non ossida. Passato tale periodo arriverà la fase di ossidazione, dove gli spicchi si anneriscono, perdono il sapone pungente dell’aglio tradizionale e diventano più digeribili.

Benefici dell’aglio fermentato per l’influenza e contro la stanchezza

L’aglio nero contiene il doppio del fosforo e ha una maggiore quantità di calcio e proteine rispetto al comune aglio. Questo porterebbe, dunque, a dei notevoli benefici a livello fisico: ad esempio, vi sentirete meno stanchi.

Inoltre, l’aglio nero è ricco di antiossidanti e di conseguenza è un vero toccasana contro l’invecchiamento. Mangiare aglio fermentato aiuta a mantenersi più giovani e ad avere meno rughe.

Infine, un vecchio rimedio della nonna contro il raffreddore era proprio l’aglio bianco o fermentato. Grazie alle sue notevoli proprietà non fa solo bene al cuore, ma accelera anche il processo di guarigione in caso di influenza.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/aglio-aglio-nero-1039508/

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 30-01-2018

Elisa Mahagna

X