Ingredienti:
• 1.5 kg di pomodori
• 300 g di peperoni
• 300 g di sedano
• 300 g di cipolline
• 300 g di carote
• 300 g di fagiolini
• 2 bicchieri di aceto rosso
• 1/2 bicchiere di olio extravergine d'oliva
• 1 cucchiaio di zucchero
• 1 cucchiaio di sale grosso
• noce moscata
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 50 min

L’antipasto alla piemontese verrà in vostro soccorso quando non avrete tempo di cucinare. Una proposta di verdure golosa, buona e facile da realizzare.

Mettere sotto vetro la verdura, come nel caso dell’antipasto alla piemontese meglio noto come giardiniera alla piemontese di verdure, è un ottimo modo per avere a portata di mano prodotti freschi e genuini, già pronti e il tutto realizzato direttamente da voi. Vi basterà cuocere leggermente tante verdurine, tra cui pomodoro, cipolle e carote, e conservarle in un barattolo. La cosa fondamentale però è che sterilizziate i vasi con molta attenzione.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

antipasto alla piemontese
antipasto alla piemontese

Come fare l’antipasto alla piemotese

  1. Prendete i pomodori, meglio se quelli pachino, lavateli e sbollentateli per un minuto dopo aver praticato un incisione con un coltello.
  2. Nel frattempo, pulite e tagliate a pezzi le cipolle.
  3. Scolate e fate raffreddare leggermente i pomodori. Togliete la buccia (se sono caldi viene via da sola), quindi passati al passaverdura.
  4. Mettete in una pentola l’olio, l’aceto e lo zucchero, fatela scaldare appena e gettatevi la passata.
  5. Quando inizia a sobbollire, aggiungete carote e sedano, precedentemente lavati e tagliati a pezzetti.
  6. Aggiungete i fagiolini, puliti e tagliati, dopo 15 minuti di cottura e, dopo altri 10, le cipolle.
  7. Per ultimi, mettete i peperoni, quindi lasciate cuocere per altri 10 minuti. Se vi piace, aggiungete verso la fine la noce moscata grattugiata.
  8. Mettete le verdure ancora calde in un recipiente di vetro sterilizzato. Aspettate che si raffreddino, quindi coprite a filo con l’olio e chiudete ermeticamente con un tappo nuovo.
  9. Sterilizzate il barattolo facendolo bollire a testa in giù per mezz’ora, fate raffreddare per bene e poi mettetelo via in un luogo fresco e buio.

Attendete almeno 40 giorni prima di consumare e verificate che il tappo sia chiuso ermeticamente al momento dell’apertura. Il mondo dei sotto vetro è infinito. Potete per esempio anche seguire la ricetta dei cetrioli sott’aceto fatti in casa.

Conservazione

La ricetta della giardiniera alla piemontese permette di conservare per parecchi mesi in dispensa la verdura. Una volta aperto un barattolo tuttavia, consigliamo di consumarlo entro massimo 1 settimana e di conservarlo in frigorifero. Sconsigliamo la congelazione.

0/5 (0 Reviews)

In cerca di ricette senza glutine? Provate le pizzette con farina di mais

Bruschette con guacamole e pomodorini: deliziose e coloratissime!