Ingredienti:
• 4 cl di Vodka
• 2 cl di blue curacao
• 2 cl di succo di limone
• 1 cl di sciroppo di zucchero
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 10 min
cottura: 00 min

Il Blue Lagoon cocktail è un drink molto famoso a base di Blue Curacao. Andiamo a prepararlo con una ricetta veloce e semplice.

Avete mai provato ad assaggiare il cocktail Blue Lagoon (detto anche Laguna blu cocktail, all’italiana)? È un drink azzurro, a base di vodka e del leggendario Blue Curacao e, probabilmente, è stato proprio questo drink ad ispirare la realizzazione di un’altro cocktail azzurro e tutto italiano: l’Angelo azzurro.

Forse alla maggior parte di voi la prima cosa che è venuta in mente sentendo il nome del drink Blue Lagoon è stato il film omonimo del 1980, in cui debuttò una giovanissima e bellissima Brooke Shields insieme all’attore Christopher Atkins. Non siete andati proprio fuori tema, infatti alcuni sostengo che sia stato proprio questo cult del cinema ad aver dato il nome al cocktail Blue Lagoon. Sulla sua storia avremo tempo più avanti di parlarne, ora vediamo insieme la ricetta per realizzarlo a casa.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Cocktail Blue Lagoon
Cocktail Blue Lagoon

Preparazione della ricetta del Blue Lagoon

Per realizzare questo drink non c’è bisogno di usare lo shaker.

  1. Spremete 1 limone e filtrate il succo.
  2. Aggiungete lo sciroppo di zucchero e rimescolate fino a quando lo sciroppo non sarà sciolto.
  3. Riempite un mixing glass con del ghiaccio, poi versate la vodka, il blu curacao, lo sweet and sour (sciroppo più limone) e rimescolate delicatamente.
  4. Versate, filtrando con lo strainer, in un bicchiere pieno di ghiaccio.
  5. Decorate con una fetta di limone o lime.

Se preferite un cocktail più morbido, la crosta di zucchero intorno al bordo del bicchiere è un tocco che smorza l’impatto acido del cocktail. Come avete visto dalla preparazione, questo drink è semplicissimo e davvero molto simile all’Angelo azzurro.

Origini e Varianti

La storia del drink Blue Lagoon è un pò travagliata ed è iniziata nei primi anni ’80 all’Harry’s New York Bar di Parigi. Il barman del locale in quel periodo scrisse un articolo in cui rivendicava la paternità del mix a base di Blue Curacao. Questo articolo scatenò dei dissensi perché due famosi bar americani sostennero di essere loro gli inventori di questa bevanda blu, diventata poi una delle più conosciute negli anni a venire. Dichiararono che la ricetta fosse addirittura dei primi anni ’70 e che quindi non avesse nulla a che fare con il film proiettato solo nel 1980.

In alternativa come variante capita spesso che il succo di limone venga sostituito con una bibita al limone frizzante come la soda o la gassosa. In questo caso è necessario modificare le proporzioni della ricetta del blue lagoon in questo modo: 3 parti di vodka, 4 parti di soda e 3 parti di Blue Curacao.

0/5 (0 Reviews)

Ravioli alle fragole con ripieno di fave

Tonno in padella con pomodorini e olive: buonissimo secondo estivo!