Ingredienti:
• 6 fette di pane in cassetta
• 250 g di petto di pollo (o tacchino)
• 8 fettine di bacon
• lattuga romana q.b.
• 2 pomodori ramati
• maionese q.b.
• senape q.b.
difficoltà: facile
persone: 2
preparazione: 15 min
cottura: 30 min

A metà tra colazione e pranzo, il brunch ha conquistato un po’ tutta Italia. Scopriamo insieme cos’è e quali sono le ricette ideali da preparare!

Con l’arrivo della bella stagione, nell’aria si respira il desiderio di fare festa, di stare con gli amici o la famiglia e coccolarsi con ottimo cibo. Il giorno ideale per questi bagordi è la domenica, ma chi ha voglia di alzarsi presto per organizzare il pranzo, dopo una settimana passata di corsa tra lavoro e impegni? Solitamente nessuno, ecco perché abbiamo importato la tradizione del brunch, un pasto a metà tra la colazione e il pranzo, è difficile trovare la traduzione di brunch in italiano.

Cos’è il brunch?

Brunch nasce dall’unione di due termini inglesi, br(eakfast) e (l)unch, ossia colazione e pranzo proprio per indicare il lasso di tempo in cui si è soliti consumarlo, ossia tra le 11 e le 13.

10 ricette per tenersi in forma

brunch
brunch

Nasce in Inghilterra alla fine dell’800 quando i nobili erano soliti tornare dalle battute di caccia affamati e desideravano qualcosa di appagante, ma che allo stesso tempo creasse un clima di convivialità. Venivano servite così delle portate a buffet fatte da tanti stuzzichini, dove ognuno poteva servirsi da sé.

Pensate che addirittura all’inizio si era soliti distinguere tra brunch e blunch: il primo avveniva solitamente prima, in un orario più prossimo a quello della colazione, il secondo invece all’incirca all’ora di pranzo. Con il tempo questa distinzione è andata scomparendo.

Brunch: 5 ricette provate per voi

Non esistono dei veri e proprio cibi da brunch. In linea di massima possiamo dire che dolce e salato coesistono all’interno dello stesso pasto: troveremo muffin, torte e pancake insieme a uova, toast e sandwich. Ecco quali sono le nostre idee.

Pancake americani
Pancake americani

1- Pancake. Immancabili in ogni brunch che si rispetti, i pancake sono semplici da preparare. La pastella infatti può essere realizzata il giorno prima e conservata in frigorifero in una bottiglia. Non dimenticate di servirli con lo sciroppo d’acero!

Club sandwich
Club sandwich

2- Club sandwich. È il sandwich per eccellenza, quello più richiesto negli hotel di tutto il mondo e quello che meglio si presta a varie interpretazioni. Preparatelo il giorno prima e conservatelo in frigorifero fino al momento di servirlo.

Muffin senza uova ai mirtilli
Muffin senza uova ai mirtilli

3- Muffin ai mirtilli. In un tipico brunch americano che si rispetti non possono mancare i blueberry muffin, ossia i muffin con i mirtilli. Voi potete scegliere anche un’altra ricetta, ma non scartate l’idea dei muffin: con la loro forma sono molto apprezzati da grandi e piccini.

Uova alla benedict
Uova alla benedict

4- Uova alla benedict. Sono un classico insieme alle uova strapazzate o sode. Insomma, scegliete voi come, ma portate in tavola delle uova perché saranno proprio loro a svoltarvi il brunch!

Bagel
Bagel

5- Bagel. Con questa ricetta davvero stupirete tutti. Ottimi da preparare in anticipo e scaldare in forno o nel tostapane, i bagel sono perfetti serviti con formaggio cremoso, erba cipollina e salmone affumicato.

Per accompagnare il tutto servite fumanti tazze di caffè caldo, te, ma anche succhi di frutta ed estratti fatti in casa. Lasciate che i vostri ospiti si servano in autonomia: la parola d’ordine infatti è relax!

4/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 13-11-2020


Ecco come gustare il daikon crudo: l’avete mai provato?

Pan brioche alle mele per una colazione soffice