Ingredienti:
• 1 lt di brodo vegetale
• 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
• 200 g di mollica di pane raffermo
• 30 g di spinaci
• 1 cipolla
• 1 cucchiaio di prezzemolo
• 40 g di pangrattato
• 150 ml di latte di soia
• un pizzico di noce moscata
• sale q.b.
• 1 cucchiaino di erba cipollina
difficoltà: facile
persone: 2
preparazione: 30 min
cottura: 15 min

Dal Südtirol e direttamente sulla vostra tavola in un batter d’occhio: i canederli vegan si possono preparare anche a casa.

Potete proporli come antipasto o come un primo, in alcuni casi pure come dessert. Uno dei piatti tipici del Tirolo, ormai da tutti conosciuto, è rappresentato dai canederli, una pietanza povera che racchiude in essa parte della cucina tedesca, austriaca e ceca. Difatti, questa cibaria si trovava facilmente nelle tavole di tutti i contadini che non sprecavano mai il cibo avanzato ma, bensì, lo trasformavano in qualcosa di succulento. Questa ricetta può essere semplicemente da voi revisionata per essere trasformata in un’alternativa vegan, senza uso di prodotti di origine animale. La sfida che vi proponiamo è quella di realizzare i canederli vegan e tirolesi agli spinaci in brodo.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Canederli vegan
Canederli vegan

Preparazione della ricetta dei canederli vegan in brodo

Adesso vi sveliamo i vari passaggi che vi porteranno ad ottenere i migliori canederli vegan in brodo. La preparazione è semplice, basta che seguiate i seguenti step:

  1. Prendete una ciotola e inseriteci dentro la mollica di pane tagliata a cubetti.
  2. Versate sopra alla mollica di pane il latte di soia tiepido per ammorbidirla.
  3. Mettete intanto una pentola con acqua a bollire.
  4. Una volta raggiunto il punto di ebollizione, salate l’acqua e fate cuocere gli spinaci per massimo 10 minuti.
  5. Prendete nel frattempo una padella e scaldatela con olio e prezzemolo.
  6. Appena gli spinaci saranno cotti, scolateli e fateli rosolare nella padella insieme alla cipolla tritata finemente in precedenza.
  7. Successivamente, versate tutto nella ciotola con il pane completando il tutto aggiungendo sale, pan grattato e un pizzico di noce moscata. E mescolate.
  8. Con il composto ottenuto, preparate le polpette a forma di sfera e lasciatele riposare.
  9. Preparate il brodo in una pentola mentre le polpette riposano.
  10. Una volta portato a ebollizione il brodo, immergete i canederli facendoli cuocere per circa 15 minuti.
  11. Impiattate e completate con un po’ di erba cipollina per piatto.

Se invece voleste mangiare dei canederli vegan asciutti, invece di preparare il brodo, portate in ebollizione l’acqua, fateli cuocere per circa dieci minuti, scolateli e conditeli con del burro fuso, aggiungendo sempre un pizzico di erba cipollina. Certamente entrambe le versioni non saranno uguali ai canederli classici, ma certamente hanno il loro perché.

Conservazione

Una volta preparati, i canederli trentini in versione vagana si possono conservare nel frigorifero per circa 2-3 giorni, chiusi in un contenitore ermetico. Se non avete intenzione di mangiarli entro questo breve tempo, è possibile congelarli prima di cuocerli.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2021 - PC

Cucina vegana

ultimo aggiornamento: 22-11-2021


Un dolce magico per la festa del papà: le zeppole vegan al forno

Tra i secondi piatti più sfiziosi c’è l’agnello cacio e ova tipico dell’Abruzzo