Ingredienti:
• 4 uova
• 4 cucchiai di farina 00
• 240 ml di acqua
• sale q.b.
• Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.
• 1,5 l di brodo di carne
• olio di semi q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 10 min
kcal porzione: 334

Dal repertorio italiano arriva un piatto sfizioso della tradizione teramana, ovvero le scrippelle mbusse teramane fatte con brodo e cotte in padella.

La ricetta originale delle scrippelle mbusse abruzzesi è quella di un primo piatto sfizioso e leggero. Il pezzo forte di questo prodotto tipico è il particolare tipo di pasta fresca: delle crespelle che vengono farcite con formaggio grattugiato e arrotolate. Ma perché si chiamano così? Il termine “mbusse”, nel dialetto locale, indica proprio “bagnato con brodo” e, infatti, vengono servite con un buon brodo di carne.

La storia delle scrippelle mbusse in brodo ha inizio verso la fine dell’800. Il merito va al cuoco teramano Enrico Castorani, che cercava un piatto innovativo per gli ufficiali francesi di stanza a Teramo. Al posto del pane, realizzò delle crespelle più appetibili, per condirle con il brodo.

Scrippelle mbusse
Scrippelle mbusse

10 ricette detox per tornare in forma

Preparazione della ricetta per le scrippelle mbusse

  1. Prima di cimentarvi nella creazione delle crespelle, preparate un buon brodo con cui presentare il piatto.
  2. Per l’impasto, rompete le uova in una ciotola e montatele con una frusta. Aggiungete la farina, dopo averla setacciata.
  3. Lavorate il composto con delle fruste elettriche, facendo attenzione a non lasciare grumi. Poi, incorporate anche l’acqua (a filo) e un pizzico di sale.
  4. Quando la pastella è fluida e pronta, prendete una padella con fondo antiaderente. Ungetela con un tovagliolo imbevuto di olio.
  5. Prendete un mestolo di pastella e versatelo al centro della padella. Velocemente, roteate e muovete il tegame per distribuire in maniera omogenea il composto.
  6. Fate cuocere pochi minuti e, quando i bordi appaiono cotti, potete girare la scrippella. Fate cuocere nello stesso modo l’altro lato.
  7. Man mano che le crespelle teramane sono pronte, prelevatele con una spatola e spostatele su un canovaccio pulito, per farle raffreddare.
  8. Procedete in questo modo, fino ad esaurire l’impasto. Ogni volta che cuocete una scrippella, ricordate di ungere nuovamente la padella prima di far cadere altra pastella.
  9. Quando la cottura è terminata, cominciate a riscaldare il brodo. Prendete il Parmigiano grattugiato e spolveratene una manciata su ciascuna sfoglia e arrotolatela su se stessa. In alternativa, potete anche tagliarle a rondelle, se non volete lasciarle intatte.
  10. Prendete un piatto fondo e disponetele vicine. Ricopritele con il brodo caldo.
  11. Spolverate altro Parmigiano sopra e servite.

Conservazione

Le crespelle in brodo all’abruzzese sono ottime se gustate al momento e calde. Se avanzano, potete conservarle in frigo per 1 giorno, chiuse in un contenitore ermetico.

In alternativa, un primo piatto sfizioso sono le crespelle di radicchio con crema di zucca.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 07-04-2022


Torta margherita senza glutine con il Bimby: semplice e golosa

Polpette di melanzane fritte calabresi: un sfizio a cui è impossibile resistere