Ingredienti:
• 1 kg di chiodini
• 900 ml di acqua
• 450 ml di aceto
• 1 cucchiaio di sale grosso
• 1 mazzetto di prezzemolo
• 3 spicchio di aglio
• olio evo q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 30 min
cottura: 5 min

Preparare i funghi chiodini sott’olio è davvero semplice e avrete così un’ottima conserva fatta in casa da servire come contorno.

Con il passare degli anni, la preparazione delle conserve fatte in casa è andata via via a perdere d’importanza. Ormai in ogni periodo dell’anno è possibile reperire qualsiasi materia prima, per giunta senza fatica. Preparare i chiodini sott’olio però significa riscoprire il sapore della tradizione e fare un salto indietro nel tempo a quando mamme e nonne si davano da fare per conservare quanti più prodotti possibili per affrontare il lungo inverno.

I funghi sott’olio però sono molto di più: perfetti da servire come antipasto ma anche come contorno, si sposano alla perfezione con carne e formaggi. Nei casi più “estremi” sono anche ottimi con delle semplici fette di pane bruschettato. Oltre ai chiodini sott’olio potete conservare anche altre varietà di funghi, purché di piccole dimensioni. Ma vediamo tutti i passaggi nel dettaglio.

10 ricette per tenersi in forma

chiodini sott'olio
chiodini sott’olio

Come preparare la ricetta dei chiodini sott’olio

  1. Per prima cosa pulite bene i chiodini rimuovendo eventuali residui di terra e la parte finale del gambo. Posizionateli in uno scolapasta e sciacquateli velocemente sotto il getto dell’acqua fredda.
  2. In una pentola capiente portate a bollore acqua e aceto insieme a un cucchiaio di sale grosso. Non appena avrà raggiunto il bollore tuffate i funghi e cuoceteli per 3-4 minuti a partire dalla ripresa del bollore.
  3. A questo punto scolateli bene e allargateli su un canovaccio pulito, lavato senza ammorbidente, e lasciateli asciugare.
  4. Nel frattempo tritate al coltello aglio e prezzemolo.
  5. Trasferite in una ciotola i funghetti insieme al trito e mescolate in modo da amalgamare i sapori. Distribuite i funghi nei vasetti sterilizzati e coprite con olio extravergine di oliva. Chiudete con il coperchio e teneteli in vista per un paio di giorni in modo da rabboccare il livello dell’olio che tenderà a scendere.
  6. Chiudete e riponete in dispensa, in un luogo fresco, buio e asciutto e lasciate riposare per almeno una settimana prima di gustarli.

Ovviamente potete aromatizzare l’olio come meglio preferite: alloro, timo, rosmarino ma anche origano e chiodi di garofano. Inoltre, se l’idea vi è piaciuta, sappiate che potete preparare anche altri tipi di funghi sott’olio e noi vi sveliamo come.

Conservazione

I chiodini sott’olio si conservano in dispensa fino a un anno. Una volta aperti invece vanno riposti in frigorifero e consumati in un paio di settimane.

Leggi anche: Tempo di funghi. Ecco quali sono quelli commestibili

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Funghi Ricette autunnali

ultimo aggiornamento: 17-09-2022


Gallina bollita: due ricette in una

Avete mai provato la pasta salsiccia e cavolfiore?