Come conservare champagne e vino una volta aperti

Come fare un infuso vegan disintossicante

Consigli utili su come conservare il vino aperto e lo champagne nel frigorifero: utilizzate un tappo di sughero e consumatelo entro tre giorni.

Dopo aver aperto una bottiglia di vino o di champagne può capire di non finirla e quindi che rimanga del prodotto. La domanda che più ci si pone è: come posso conservarla? Quanto tempo durerà se la lascio nel frigo? In effetti il vino aperto o lo champagne possono essere riposti nel frigorifero, ma non per molto tempo, altrimenti perderanno le proprietà organolettiche.

Ecco alcuni consigli su come conservare il vino aperto e le bottiglie avanzate di champagne nel modo giusto.

conservare vino aperto
Fonte foto: https://it.pinterest.com/pin/283023157811504958/

Come conservare una bottiglia di champagne e di vino aperto

Il primo fattore da tenere in considerazione per una buona conservazione sia del vino che dello champagne è l’ossidazione del vino, ovvero del contatto con l’ossigeno. Lo champagne è un vino, quindi va trattato con la stessa cura del bianco e del rosso.

Quando il vino è chiuso riesce a mantenere le proprie caratteristiche organolettiche ed il proprio sapore grazie all’assenza di contatto con l’ossigeno. Una volta aperta la bottiglia l’ossigeno aiuterà il vino a rilasciare i propri sapori e odori rendendolo perfetto al palato. Tuttavia, il processo di ossidazione continua con il rischio che i sapori possano appiattirsi, fino a diventare aceto dopo tanti giorni di contatto con l’aria.

Di conseguenza una bottiglia di vino si potrà conservare ben chiusa in frigorifero, ma al massimo per due o tre giorni, dopo di che il sapore caratteristico andrà sfumando.

Per conservarlo al meglio chiudete la bottiglia con un tappo di sughero o metallo. Evitate i tappi in gomma o in plastica perché c’è il rischio che assorbano gli aromi.

Evitate di aprire bottiglie di vino che non siete sicuri di finire e cercate di consumare quelle già aperte nel giro massimo di due giorni, altrimenti il rischio è quello di assaporare un vino o uno champagne senza bollicine e con poco gusto.

Fonte foto: https://it.pinterest.com/pin/283023157811504958/

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 04-01-2018

Elisa Mahagna

Per favore attiva Java Script[ ? ]