Marmellata di mele cotogne: la ricetta tradizionale della cotognata

Semplice da fare e ricca di gusto: è la ricetta della marmellata di mele cotogne, perfetta da spalmare sul pane per colazione o merenda.

La mela cotogna non è bella da vedere (un po’ bitorzoluta e con la buccia pelosa), non è buona da mangiare (da cruda è molto aspra) ed è un frutto molto delicato (si rovina davvero facilmente). Ma allora perchè tutti la amano? Dalle molte proprietà e benefici, questo profumato frutto orientale è delizioso se cotto: appena le temperature si abbassano, infatti, potete dare vita a deliziosi dolci come la crostata di cotogne e, soprattutto, la marmellata di mele cotogne!

Se anche voi vi state chiedendo come fare la confettura di mele, ecco la ricetta giusta per voi. Potete usarla per arricchire i dolci, come tutte le confetture, ma anche per insaporire carne e formaggi. Ricca di pectina, aiuta a controllare la glicemia, nelle prevenzione di patologie cardiache e a regolarizzare l’intestino per via della grande quantità di fibre al suo interno.

Questa è anche la ricetta base per preparare la cotognata: appena pronta, anziché trasferire la marmellata in vasi di vetro, dovete semplicemente distribuire il composto negli stampini per il ghiaccio e lasciar raffreddare per un giorno intero. Ma vi spiegheremo meglio strada facendo: ecco la preparazione passo per passo!

Ingredienti per la ricetta della marmellata di cotogne (per 4 persone)

  • 1 kg di mele cotogne biologiche mature
  • 300 g di zucchero semolato
  • 1 limone
  • 200 ml di acqua

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 35′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 30′

Marmellata di mele cotogne
Marmellata di mele cotogne

Preparazione della confettura di mele cotogne

La sera prima lavate accuratamente le mele cotogne sotto l’acqua fredda corrente in modo da eliminare tutta la peluria. Tagliate la polpa a pezzetti eliminando i torsoli ma senza privare le mele della buccia. Trasferite le mele cotogne in una ciotola, unite lo zucchero e il succo di limone poi coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare per tutta la notte.

Il giorno dopo, trasferite le mele e lo sciroppo formatosi dallo zucchero e dal limone in una pentola capiente. Ponete sul fuoco e fate cuocere per trenta minuti a fuoco basso. Durante la cottura, ricordate di mescolare la marmellata con un cucchiaio di legno in modo da evitare che si attacchi sul fondo.

Lasciate cuocere fino a quando le mele non saranno ben disfatte e se necessario, frullatela con un minipimer. Trasferite la marmellata di mele cotogne in vasi di vetro sterilizzati e chiudeteli bene. Capovolgete i vasetti, controllate che si sia creato il sottovuoto e lasciateli raffreddare completamente prima di riporli in dispensa.

Lasciateli in un luogo buio per due/tre settimane prima di gustarla e non dimenticate di mettere un’etichetta che indichi la data di creazione. Conservateli per circa 3 mesi.

Preparazione della ricetta della cotognata

La cotognata dura, non è altro se non una versione più “solida” di questa confettura. Giunti al termine della sua preparazione, invece che travasarla nei vasetti, riponetela in degli stampini di silicone oliati (in alternativa, anche quelli per il ghiaccio vanno bene).

Lasciate in frigorifero per almeno un giorno (meglio se riuscite a resistere più), togliete dagli stampini e…la vostra cotognata siciliana è pronta: buon appetito!

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-10-2018

X