Ingredienti:
• 200 g di farina 00
• 2 uova
• 1 pizzico di sale
difficoltà: media
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 5 min

Ecco come fare la pasta fresca fatta in casa, una ricetta presente nella tradizione di molte regioni italiane. Con questa ricetta non si sbaglia!

La pasta fatta in casa, tanto comune sulla tavola delle nostre nonne, è molto più veloce da fare di quanto si pensi e con un po’ di esercizio riusciremo a realizzare tanti piatti che ci daranno grandi soddisfazioni.

La ricetta tradizionale emiliana prevede l’utilizzo di 1 uovo per ogni 100 grammi di farina ed una presa di sale, con l’aggiunta facoltativa di qualche goccio di olio extravergine di oliva per rendere l’impasto più elastico. In alcune ricette la farina bianca viene sostituita da quella integrale o di altri cereali.

Innanzitutto fate attenzione alla qualità delle uova, che deve essere ottima, poi è fondamentale anche quella della farina, che non deve essere vecchia per non rovinare la sfoglia. La farina da utilizzare è quella 00 bianchissima perché priva di crusca. Le uova devono essere a temperatura ambiente. Inziamo a vedere come fare la pasta fatta in casa!

Pasta fatta in casa
Pasta fatta in casa

Come fare la pasta fatta in casa

  1. Disponete la farina a fontana su una spianatoia in legno, mettete al centro le due uova ed il sale, sbattetele leggermente con una forchetta poi cominciate ad impastare con la punta delle dita incorporando a poco a poco la farina.
  2. Lavorate l’impasto almeno per 10-15 minuti tirandolo e sbattendolo sulla spianatoia per renderlo più elastico fino ad ottenere un composto liscio e sodo.
  3. Formate una palla, avvolgetela in un panno umido e lasciatela riposare per mezz’ora.
  4. Se volete tirare la sfoglia a mano, l’impasto va lavorato ancora una decina di minuti, poi lo si appiattisce con le mani e si fa scorrere sopra il matterello capovolgendo la sfoglia fino a quando si forma un disco di spessore omogeneo. Si lascia asciugare per 10 minuti coperta da un telo e si taglia.
  5. Se invece usate la macchinetta, ricordatevi di infarinare sempre la spianatoia per evitare che la pasta si attacchi. Passate la sfoglia tra i rulli distanziati fra di loro, poi ripiegatela, infarinatela e ripassatela nei rulli più stretti fino ad ottenere lo spessore desiderato (dipende da macchinetta a macchinetta, ma generalmente il 5 può andare bene: né troppo spessa, né troppo sottile). Se prevedete un ripieno per la pasta, non infarinatela all’ultimo passaggio perché altrimenti non si attacca quando viene ripiegata per chiudere il ripieno.
  6. Fatela sbollentare subito per pochi secondi in acqua bollente salata: questo processo, detto sbianchitura della pasta, serve per far sì che non si rompa.
  7. Prima di cuocerla, dovrete lasciarla essiccare per un paio di giorni in un luogo non troppo umido e non troppo caldo.
  8. Quando sarete pronti per la cottura, tuffatela in acqua salata bollente per una manciata di minuti.

Potete fare la pasta colorata e aromatizzata per esempio aggiungendo 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro ogni 100 grammi di farina otterrete una pasta rosa, mentre se aggiungete un quarto di bustina di zafferano otterrete una coloratissima pasta gialla. Per una ricetta più particolare, potete mettere un cucchiaio di cacao amaro in polvere setacciato.

Servite dunque la vostra pasta fatta in casa col condimento che preferite.

BUON APPETITO!

Scoprite anche tutte le nostre ricette della nonna, per piatti gustosi e pieni d’amore!

Scopri cosa devi fare se sei venuto a contatto con persone positive al Covid 19

TAG:
Gusto e salute

ultimo aggiornamento: 01-04-2020


Come preparare il latte di avena (in casa)

Torta di mele allo zenzero con farina di segale: un delizioso dolce vegano