Come pulire una pentola bruciata: i rimedi per salvarla e recuperarla

Come pulire una pentola bruciata? Ecco i consigli per farla tornare come nuova!

Trucchi e consigli utili per pulire una pentola bruciata e farla tornare a splendere come prima: bicarbonato di sodio e aceto per un’efficacia garantita.

A volte capita di allontanarsi dalla cucina e di dimenticare le pietanze sul fuoco. Il risultato? Un cena da buttare e una pentola bruciata. Se il peggio ormai è capitato, però, non disperate: per riuscire a eliminare ogni traccia e pulire una pentola bruciata potete ricorrere ai classici e infallibili rimedi della nonna.

Con il sale, l’aceto e il bicarbonato non solo riuscirete a far tornare la pentola bruciata in vita, ma tornerà anche a brillare più di prima grazie all’azione sgrassante e lucidante di questi prodotti.

Come pulire una pentola bruciata?

Vediamo, dunque, come eliminare ogni traccia di bruciato e pulire eventuali residui di cibo e grasso depositati sul fondo di una pentola! I metodi più usati sono: il limone, il sale, l’aceto e il bicarbonato e la Coca Cola.

Pentola bruciata
Pentola bruciata

Pulire una pentola bruciata con il limone

Uno dei vecchi (ed efficaci) rimedi della nonna per salvare una pentola bruciata e dimenticata sul fuoco consiste nell’utilizzare del limone.

Fate bollire dell’acqua nella pentola insieme al succo di limone e ai pezzi di limone. Questa prima fase farà sciogliere e disincrostare il bruciato. Togliete poi dal fuoco e aggiungete una manciata di bicarbonato. Lasciate riposare mezz’ora e con una spugnetta abrasiva eliminate i residui.

Come pulire una pentola bruciata in alluminio? Con aceto e bicarbonato

In questo caso, per non rigare il tutto, non potrete usare una spugnetta abrasiva: per eliminare il bruciato in modo sicuro preparate quindi un mix potentissimo di aceto e bicarbonato.

Versate dell’acqua direttamente nella pentola e unite mezzo bicchiere di aceto. Lasciate agire per circa dieci minuti e accendete il gas. Quando inizierà a bollire, aggiungete mezzo bicchiere di bicarbonato. La reazione che si scatenerà farà in modo che i residui del bruciato si stacchino completamente.

Detersivo e acqua e sale

In caso di bruciato meno ostinato potete provare anche con il detersivo per piatti invece del bicarbonato. Verranno via così tutti i residui di bruciato ed eventuali tracce di grasso e di unto.

Provate con una soluzione di acqua e sale grosso. Versate dell’acqua tiepida e sul fondo del tegame e coprite tutta la superficie con il sale. Lasciate agire per circa due ore aggiungendo ogni mezz’ora del succo di limone o dell’aceto. Infine, sciacquate con acqua corrente e con una spugnetta abrasiva o una paglietta rimuovete i residui avendo cura di non rovinare la superficie.

Coca Cola per scrostare

Infine, vi lasciamo un metodo forse un po’ bizzarro ma sicuramente efficace, perfetto per tutto le pentole in ceramica o terracotta: quello con la Coca Cola. Versate la bibita dal rinomato potere corrosivo nella pentola (tanta quanto basta a coprire la parte bruciata) e armatevi di una spazzolina a manico lungo.

Accendete il fuoco a fiamma dolce e iniziate a strofinare; se vedere che il bruciato non accenna ad andare via lasciate agire per 30 minuti della Coca Cola fresca e ripetete poi il tutto.

ultimo aggiornamento: 12-02-2020