Ecco a voi tutti i segreti della nonna per riscaldare la pasta avanzata dal giorno prima in pochi minuti e renderla ancora più saporita.

Quante volte capita di non finire tutta la pasta del pranzo o della cena e dispiace buttarla via? Magari per la fretta avete preparato una o due porzioni in più o avevate poco appetito e non siete riusciti a consumare tutta la pasta. Le nonne in passato non buttavano via niente e riciclavano gli avanzi anche il giorno dopo. Purtroppo, però, la pasta condita una volta messa in frigo si asciuga e bisogna saperla riscaldare nel modo giusto.

Vediamo dunque come riscaldare la pasta avanzata e renderla ancora più appetitosa: ecco tutti i segreti!

Riscaldare la pasta del giorno prima: il segreto

Come detto, la pasta risulterà secca, dunque quale modo migliore di riscaldarla se non aggiungendo dei liquidi. Per un risultato gustoso, non limitatevi a metterla nel microonde, ma anzi, prendete una padella e fatela scaldare a fuoco dolce con acqua, latte o un qualsiasi altro liquido… dipende anche dalla tipologia di sugo.

Se si tratta di un sugo di pesce, aggiungere del brodo vegetale preparato con cipolla, sedano e carote. Aggiungetelo gradualmente al sugo mentre si riscalda e otterrete un sapore delizioso. Con sughi a base di formaggio, panna o uova potete usare il latte, mentre come ingrediente generale l’acqua andrà benissimo.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Piatto di spaghetti
Piatto di spaghetti

In questo modo ravviverete il sugo e lo renderete di nuovo liquido e cremoso. Attenti però a non esagerare, perché ricordate che la pasta è già cotta e dunque dovrà solo scaldarsi. Saltatela per far amalgamare bene il sugo e quando sarà fumante servitela con una bella spolverata di formaggio grattugiato! Et voilà, il piatto è servito!

Riscaldare la pasta avanzata con ingredienti sfiziosi

Un’idea pratica e veloce per recuperare uno o due piatti di pasta è quella di preparare una frittata di pasta. Potrà sembrare un’idea bizzarra, ma in realtà l’aggiunta di uova, parmigiano e sale esalterà il sapore della vostra pietanza.

Frittata di pasta
Frittata di pasta

Per farlo, dunque, mettete la pasta in padella e aggiungete uova sbattute e formaggio. Lasciate cuocere per bene da un lato finché non avrete ottenuto una crosticina e poi giratela aiutandovi con un piatto o, se siete degli chef abili e coraggiosi, facendola saltare e girandola in volo. Alla fine il risultato dovrà essere croccante da una parte e dall’altra: provateci, resterete sorpresi!

Un altro modo, infine, è quello di creare un pasticcio di pasta, indicato soprattutto per pasta corta e con sughi classici come pomodoro e ragù: prendete una pirofila leggermente imburrata, aggiungete del pangrattato e poi la pasta: mettete dunque della besciamella e del formaggio (provola o mozzarella) e poi componete degli strati fino ad arrivare all’ultimo.

Ricoprite tutto con formaggio grattugiato e pangrattato, qualche fiocchetto di burro e via in forno a 180 °C finché non vedrete una bella crosticina sulla superficie.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 14-12-2018


Tutti i segreti delle nonne per non fare impazzire la maionese

Come riciclare gli avanzi di Natale, dall’antipasto al dolce