Come riutilizzare l'acqua di cottura (di pasta e verdure)? 7 usi insoliti

7 motivi per cui non dovreste buttare l’acqua di cottura della pasta

Ecco alcune idee originali per riutilizzare l’acqua di cottura della pasta (e quella delle verdure): non la butterete più nel lavandino!

Sapevate di poter riutilizzare l’acqua di cottura della pasta e delle verdure non solo in cucina, ma anche in giardino? L’amido nell’acqua di cottura della pasta, infatti, può essere utile come addensante per amalgamare sughi concentrati e farli legare alla perfezione. L’acqua delle verdure, invece, essendo ricca di vitamine e sali minerali potrà essere utilizzata come acqua per far cuocere un risotto alle verdure, oppure per innaffiare le piante.

Vediamo allora 7 modi per riutilizzare l’acqua di cottura di pasta e verdure con i consigli della nonna!

7 insoliti usi dell’acqua di cottura

Acqua di cottura della pasta
Acqua di cottura della pasta

– L’acqua di cottura può essere riutilizzata per preparare un brodo vegetale. Conservate, dunque, l’acqua di cottura di zucchine, carote o spinaci e utilizzatela per preparare dei minestroni, delle vellutate saporite, ma anche dei risotti. Per rendere la nuova ricetta più gustosa aggiungete degli aromi come prezzemolo e pepe e un po’ di sale.

– Può anche essere usata per innaffiare le piante, l’importante è non sia salata, altrimenti rischiate di farle morire. Se non avete salato l’acqua della pasta potete usarla tranquillamente. Aspettate, ovviamente, che sia fredda.

– Può essere riutilizzata anche per la cottura a vapore. Invece di utilizzare acqua corrente, riutilizzate quella che vi è avanzata: oltre a risparmiare, i cibi saranno più saporiti.

– Potrete riutilizzare l’acqua di cottura per diluire i cibi come le creme più consistenti. Se, ad esempio, il sugo della pasta è rimasto troppo concentrato, basterà aggiungere dell’acqua di cottura e avrete risolto il problema. Potete fare la stessa cosa con il risotto!

– Inoltre, l’acqua avanzata potrà anche essere adoperata per mettere in ammollo i legumi secchi come ceci, lenticchie o fagioli, purchè non sia salata.

– Avete dei piatti da lavare ceh proprio non vogliono saperne di venire puliti? Provate a farvi aiutare dall’acqua di cottura della pata: grazie alla presenza di amido, il grasso verrà vià molto più facilmente.

– Ma i suoi usi non si limitano solo alla cucina: potete usarla anche per preparare un bel pediluvio. Sale, acqua, amido e l’aggiunta di qualche olio essenziale a piacere rendereranno il tutto molto emmolliente!

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

ultimo aggiornamento: 24-06-2020