Cotechino con lenticchie: il piatto simbolo delle Feste!

Il cotechino con lenticchie è un piatto immancabile nelle tavole degli italiani durante il periodo delle Feste natalizie, soprattutto per il cenone di Capodanno. Ecco la ricetta!

Ecco un piatto della tradizione italiana che non è possibile non proporre durante le Feste: il cotechino con lenticchie! Questo connubio indissolubile è diventato oramai celebre in tutta la nostra Penisola, e si tratta di una ricetta fra le più preparate soprattutto per il cenone di Capodanno, dal momento che come vuole la tradizione, mangiarlo porti bene!

Il cotechino è un insaccato tipico di Modena, che veniva preparato dai contadini e gustato insieme a verdure, zuppe e legumi. La ricetta si è diffusa fino ad essere stata inserita nel famoso libro dell’Artusi, motivo per la quale ancora oggi è celebre in tutta Italia. L’abbinamento perfetto secondo la tradizione sono le lenticchie, che vengono cucinate ed insaporite in padella.

Insomma, siete pronti per preparare questo piatto? Allora cominciamo!

Ingredienti per la ricetta delle lenticchie e cotechino (per 6 persone)

Per la ricetta del cotechino:

  • 1 cotechino
  • 1 carota
  • 1 sedano

Per le lenticchie:

  •  350 g di lenticchie
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 5 fettine di pancetta
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Alloro q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Brodo vegetale q.b.
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 105′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

Cotechino con lenticchie
Cotechino con lenticchie

Come cucinare il cotechino

Vediamo ora i principali modi per cuocere il cotechino. In generale, in ogni caso vi consigliamo di inserire carota e sedano (anche cipolla, se volete) per insaporire l’acqua, e per di più, iniziate la cottura con acqua fredda, così che il calore aumenti gradualmente e il cotechino non si rovini. Quando l’acqua comincerà a bollire, potete chiudere la pentola con un coperchio.

Cottura cotechino fresco

Un cotechino fresco può metterci anche due ore a cuocere. In questo caso avvolgetelo con della stagnola (bucherellandola ai lati) e lasciatelo in una pentola a bollire con la carota e il sedano. Fate la prova dello stecchino per valutare la morbidezza dell’insaccato e quando sarà pronto, scolatelo e lasciatelo raffreddare.

Cotechino in pentola a pressione

Una buona idea se avete poco tempo è quello di utilizzare la pentola a pressione, anche se si tratta di una cottura più violenta e questa potrebbe danneggiare il cotechino. In ogni caso in questo modo ci metterete meno di un’ora.

Cotechino precotto

È sicuramente la soluzione più facile. Un cotechino del genere si acquista in un supermercato è la sua cottura può arrivare anche ad essere di soli 20 minuti. Seguite le indicazioni sulla confezione e cuocete il cotechino senza toglierlo dall’apposita membrana.

Come fare le lenticchie

Innanzitutto, se le lenticchie sono fresche, lasciatele in ammollo per almeno due ore in acqua fredda prima di cucinarle. Preparate un trito di cipolla, sedano e carota e lasciate le verdure in padella ad appassire con dell’olio extravergine di oliva. Aggiungete la pancetta tritata finemente, le lenticchie, il sale il pepe e l’alloro. Mettete anche un cucchiaino di concentrato di pomodoro e poi lasciate cuocere con il brodo vegetale per circa 45 minuti.

Servite le lenticchie su un vassoio e adagiatevi sopra il cotechino. Buon appetito e… buon anno!

Provate anche le capesante gratinate!

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 16-01-2016

X