Ingredienti:
• 1 kg di carré di vitello
• 4 uova
• pangrattato q.b.
• 300 g di burro chiarificato
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 10 min
kcal porzione: 270

Oggi ci tuffiamo nella cotoletta alla milanese: ricetta originale, tecniche e consigli per preparare questo secondo piatto delizioso!

La cotoletta alla milanese è uno dei vanti della cucina tipica lombarda: si tratta di un piatto oggi conosciuto non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Sono tante le opinioni e le varianti riguardo al piatto, ma se si vuole seguire la tradizione, è impossibile sbagliare: si deve usare carne di vitello, spessa, con l’osso, e che poi va impanata e fritta in abbondante burro. Siete curiosi di scoprire come preparare questo piatto al meglio? Allora seguiteci passo passo per preparare al meglio la bistecca alla milanese.

10 ricette per tenersi in forma

Cotoletta alla milanese
Cotoletta alla milanese

Come preparare la cotoletta alla milanese

  1. Prima di tutto, se non lo avete già fatto fare dal vostro macellaio, dividete il carrè di vitello in quattro parti, incidendo con il coltello la carne fra un osso e l’altro.
  2. A questo punto, quando avrete ottenuto quattro costolette, togliete le pellicine dall’osso grattandolo con un coltello, così da evitare che quelle parti in cottura diventino scure e sgradevoli alla vista.
  3. Uniformate l’altezza delle bistecche battendole con un batticarne, poi lasciatele da parte e passate alla panatura.
  4. Sbattete le uova e mettete il pangrattato in una terrina, poi passate la carne nell’uovo e poi nel pangrattato. Ripetete questa operazione per ben due volte se volete ottenere una doppia panatura spessa e croccante. Una di quelle che farà la differenza!
  5. Ora scaldate il burro (preferibilmente burro chiarificato) e poi, quando sarà caldo, mettete le costolette a cuocere. Aggiungete altro burro se dovesse diventare troppo scuro, così da non farlo bruciare, e usate un cucchiaio per bagnare la carne anche in superficie. Per una cottura ottimale dovrebbero bastare circa 5 minuti per lato se sono belle spesse.
  6. Quando saranno pronte, salatele a piacere e servite la costoletta alla milanese con verdure, salse oppure limone. Buon appetito!

Cotoletta alla milanese al forno: la variante… light!

La cotoletta impanata alla milanese viene cotta nel burro, e questo garantisce un risultato saporito, morbido dentro e croccante fuori. Se però siete a dieta e volete cucinare un’alternativa più leggera al piatto, potete pensare di usare il forno. Basteranno 180 °C per circa 7-8 minuti per lato: il risultato, però, sarà un po’ più secco rispetto alla classica cotoletta fritta!

Se vi è piaciuta la ricetta della cotoletta alla milanese, scoprite il video della preparazione.

Provate anche tante ricette per secondi veloci (e imperdibili).

Costoletta alla milanese: qualche piccolo consiglio

Volete delle cotolette alla milanese impeccabili? Allora è il caso di seguire qualche consiglio: piccoli trucchi e suggerimenti che vi permetteranno di realizzare al meglio questa ricetta.

Quale carne si usa per la cotoletta alla milanese?

I puristi della milanese non ammettono errori: per la cotoletta serve la costoletta di vitello, che sarebbe quella che si ottiene dalla lombata oppure dal carré. Importante è la presenza dell’osso, considerato indispensabile se si vuole riprodurre la ricetta fedelmente. In alcuni casi, infatti, ci si ritrova davanti alla cosiddetta cotoletta alla milanese orecchia di elefante, che non è altro che una cotoletta senza la presenza dell’osso.

Cotoletta alla milanese
Cotoletta alla milanese

Perché si usa il burro chiarificato?

L’originale cotoletta alla milanese prevede che la carne venga cotta nel burro, in particolare utilizzando quello chiarificato. Il motivo è presto spiegato: rispetto all’olio ha un punto di fumo più alto ed più dolce.

Costoletta alla milanese croccante: come fare a realizzarla

Per una cotoletta più croccante vi consigliamo la doppia panatura: dopo aver passato la carne nell’uovo e nel pangrattato, si ripeterà nuovamente l’operazione. Il risultato è assicurato!

Cotoletta: quando mettere il sale?

Un altro consiglio: il sale va aggiunto solo sulla cotoletta, dopo la cottura, e non nelle uova o sulla carne ancora da passare nelle uova. Questo perché la panatura potrebbe staccarsi dalla carne e non essere perfetta.

Conservazione

Consigliamo di conservare la cotoletta alla milanese per massimo 1 giorno in frigo, ben coperta dalla pellicola trasparente. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

La storia della cotoletta alla milanese

Perché i milanesi sono così affezionati alla cotoletta tanto da rivendicarne la paternità, a dispetto anche degli austriaci e della loro Wiener Schnitzel? Sembra che le origini di questo piatto risalgano al 1134, come racconta Pietro Verri nel volume “Storia di Milano”, e che ai canonici della Basilica di Sant’Ambrogio sia stata offerta questa pietanza. Delle costolette impanate e poi fritte che si chiamavano Lombos cum panitio

Si dice cotoletta o costoletta?

Spesso vi sarà capitato di sentir parlare anche di costoletta alla milanese, riferita esattamente alla stessa ricetta. Ed è proprio così: cotoletta è il nome del piatto in dialetto milanese, costoletta il taglio di carne dal quale si prepara il piatto.

5/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 23-05-2022


Prepariamo l’ichigo sandwich, il panino giapponese alle fragole

Uova ripiene alla rucola: un antipasto da sogno!