La cucina thailandese è conosciuta per il suo bilanciamento dei quattro sapori fondamentali per ogni piatto: aspro, dolce, salato e amaro

La cucina thailandese è l’insieme delle 4 cucine regionali della Thailandia, composta da alcuni capisaldi: spezie, erbe e riso, oltre a carne e pesce. La tradizione culinaria thailandese è stata influenzata da culture differenti, tra cui citiamo la cucina cinese, rinomata per l’impiego di pesce e riso cotti a vapore, omelette ripiene, quella araba, che ha portato l’impiego di carne di agnello, e la cucina indiana, che ha unito l’utilizzo di ingredienti come il latte di cocco e del curry.

Il Pad Thai è il piatto più famoso

Il Pad Thai, una pasta saltata alla piastra e condita con uova, pesce e peperoncino è sicuramente il piatto thailandese più conosciuto.

Il piatto nazionale della Thailandia, è il Tom Yam, un zuppa di pesce o pollo, e può arrivare a contenere oltre 20 peperoncini freschi.

La cucina thailandese fa un largo uso di peperoncini essiccati, che aggiungono sapore ai vari piatti senza essere invasivi.

I tre pasti principali, colazione, pranzo e cena, sono tutti speziati e c’è poco spazio per il dolce, anche di mattina.

Nella cucina thailandese, infine, grandissima cura è posta alla presentazione dei piatti, e agli ingredienti.

Quando si mangia fuori, si ordina un piatto unico, che viene diviso tra i presenti. La cultura del cibo è molto sentita, ed è per questo che i piatti sono presentati a regola d’arte: secondo i thailandesi anche l’occhio vuole la sua parte.

10 ricette per tenersi in forma

Polpettine thai di pesce su coroncine di cetriolo

Trovate la ricetta qui.

Fonte immagine: Pinterest

Granchio alla thailandese

Trovate la ricetta qui.

Fonte immagine: Pinterest

Riso thai alle verdure e grano saraceno

Trovate la ricetta qui.

Fonte immagine: Pinterest

Insalata thailandese di papaya e pesto d’aglio

Trovate la ricetta qui.

Fonte immagine: Pinterest

Pollo speziato alla thailandese

Trovate la ricetta qui.

Fonte immagine: Pinterest

Gli accessori indispensabili per cucinare thailandese sono: un wok, pesto e mortaio e un rice cooker. Vengono utilizzati sempre gli stessi, in modo che si impregnino del sapore dei cibi, e lo trasferiscano da un piatto all’altro.

Immagine copertina: Flickr

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 28-03-2016


L’ONU decreta: il 2016 è l’anno internazionale dei legumi

Impariamo a conoscere il cioccolato artigianale