Ingredienti:
• 250 g di farina di roveja
• 1 l di acqua
• 50 ml di olio evo
• 4 acciughe
• 1 spicchio di aglio
• 2 foglie di salvia
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 45 min

La farrecchiata umbra di roveja è una sorta di polenta preparata con la farina ottenuta da questo legume poco conosciuto. Scopriamo la ricetta tradizionale.

La farrecchiata è un prodotto tipico della regione Umbria ma preparata anche in alcune zone delle Marche. Volendo descriverla, è una una sorta di polenta preparata con farina di legumi, nello specifico la roveja. Presente allo stato selvatico ma anche coltivata nelle due regioni in questione, la roveja, anche nota come pisello dei campi o robiglio, è originaria dal Medio Oriente. Ha la dimensione di un pisello, verde alla raccolta e di colore marrone una volta essiccato.

Viene utilizzato per la preparazione di svariate ricette, tra cui la polenta di roveja che la tradizione vuole venga servita con un condimento semplice a base di olio, aglio e acciughe. Ricca di proteine vegetali, è un contorno perfetto per coloro che seguono una dieta vegetariana o vegana.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

farrecchiata
farrecchiata

Come preparare la ricetta della farrecchiata

  1. Per prima cosa portate a bollore l’acqua leggermente salata.
  2. Versate poi a filo la farina di roveja, mescolando con una frusta da cucina per evitare la formazione di grumi. Lasciate cuocere a fuco medio per 45 minuti, mescolando di tanto in tanto.
  3. Nel frattempo preparate il condimento. Scaldate in un padellino l’olio con lo spicchio di aglio, le acciughe e la salvia tritata al coltello. Fate insaporire per bene l’olio fino a quando le acciughe non si saranno sciolte.
  4. Servite la polenta di roveja ancora morbida e irroratela con il condimento aromatico appena preparato.

Quando si parla di polenta si apre davvero un mondo. Oltre alla classica preparata con farina di mais infatti c’è quella di mais bianco e la più rustica polenta taragna.

Conservazione

La farrecchiata si conserva in frigorifero, ben coperta da pellicola, per un paio di giorni. Potete poi consumarla a temperatura ambiente o ripassandola alla piastra.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 06-05-2022


Palomba alla ghiotta o alla todina, una ricetta tipica dell’Umbria

Pasta tonno e piselli: il primo semplice e saporito