Filetto di salmone alla griglia: come farlo e con cosa abbinarlo

Come fare un infuso vegan disintossicante

Il filetto di salmone alla griglia permette di mantenere intatti i sapori del pesce, esaltandoli con pochi e semplici ingredienti.

Oggi prepariamo uno fra i più deliziosi secondi di pesce in assoluto, il salmone alla griglia, un piatto che viene realizzato con una semplice marinatura che dona al pesce sapori e profumi. Inoltre questo passaggio permette di proteggere il pesce durante la cottura, mantenendo la carne morbida e evitando l’ossidazione di tutti i nutrienti.

Se volete potete anche sostituire al timo altre erbe aromatiche, e variare gli ingredienti della marinata secondo il vostro gusto. Se volete, inoltre, potete accompagnare i filetti di salmone con uno spicchio di limone.

Andiamo subito in cucina per realizzare questo meraviglioso piatto e scoprire tutti gli abbinamenti per gustarlo al meglio!

Ingredienti per la ricetta del filetto di salmone alla griglia (4 persone)

  • 600 g di salmone in 4 tranci
  • 1 cipollotto
  • 2 rametti di timo
  • 4 cucchiai di olio extravergine di olica
  • 1 foglia di alloro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 7′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′ + il tempo di marinatura

salmone alla griglia
Salmone alla griglia

Come cucinare i tranci di salmone alla griglia

Prima di tutto, occupiamoci della pulizia del salmone. Se avete acquistato dei tranci già tagliati, potete saltare questo passaggio. In caso contrario, sfilettate il salmone con un coltello da cucina ben affilato e ricavatene dei tranci piuttosto spessi, poi rimuovete tutte le lische e lavateli sotto acqua corrente. Lasciate i filetti asciugare.

A questo punto, passiamo alla marinatura. Pulite il cipollotto eliminando lo strato più esterno e tritatelo grossolanamente. Versatelo in un contenitore a chiusura ermetica con l’olio, il vino bianco, le foglie di un rametto di timo, la foglia di alloro e del pepe, infine mescolate bene il tutto.

Prendete i quattro tranci di salmone con la pelle e metteteli nella marinata, avendo cura di ungerli in ogni loro parte. Chiudete il contenitore e fate marinare in frigorifero per 45 minuti, e poi per 15 minuti fuori dal frigorifero.

Vediamo ora la fase della cottura. Mettete sul fuoco una bistecchiera e portatela a temperatura. Prendete i tranci, scolateli dalla marinata, che dovete mettere da parte, e adagiateli sulla piastra calda dalla parte della pelle. Fate cuocere per tre minuti (anche meno se i tranci sono poco spessi). Girate il salmone e cuocete dall’altro lato per 1-2 minuti. Togliete dalla bistecchiera e mettete i tranci nei piatti da portata.

Condite con un pizzico di sale, una macinata di pepe, qualche fogliolina fresca del secondo rametto di timo e qualche goccia dell’olio della marinata, evitando di raccoglierne gli ingredienti solidi. Buon appetito!

Abbinamenti col salmone alla piastra

Il modo migliore per gustare questo squisito piatto è quello di abbinarlo a delle verdure croccanti, che creino in bocca degli interessanti giochi di consistenze. Asparagi e salmone sono senza ombra di dubbio un abbinamento vincente, ma andranno bene anche verdure più classiche come patate, zucchine e carote.

Un altro tocco di classe può essere quello di accompagnare il pesce con una salsina, che sgrassi la carne e dia un tocco di acidità e cremosità al piatto. Se volete dar vita ad una squisita salsa per il salmone, mescolate dello yogurt naturale con 2 cucchiai di senape, sale, pepe, un filo di olio extravergine, un goccio di succo di limone e dell’aneto.

Se vi è piaciuto il nostro salmone arrosto alla griglia, provatelo anche alla wellington!

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 29-03-2018

Lorenzo Martinotti