Ingredienti:
• 1,5 kg di patate
• 380 g di farina 00
• 2 uova
• 150 g di Toma grattugiata
• sale q.b.
• 75 g di formaggio grattugiato
• farina di semola q.b.
• 350 ml di panna fresca liquida
• 75 g di burro
• 220 g di Raschera grattugiato
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 50 min
cottura: 10 min
kcal porzione: 202

Per tutti gli amanti di questo prodotto tipico italiano, c’è una ricetta che è davvero imperdibile. Gli gnocchi della Val Varaita sono fatti con patate e formaggio.

Gli gnocchi della Val Varaita, conosciuti anche come ravioles della Val Varaita, sono un piatto tipico della cucina piemontese. Come tutte le altre varianti di questo prodotto, anche questi sono fatti con patate, in particolare quelle rosse. La caratteristica principale è l’aggiunta di un ingrediente diverso dalla solita ricetta tradizionale, ovvero il formaggio. Per arricchire di un sapore particolare questa pasta fresca viene usato la toma piemontese grattugiata. Inoltre, la ricetta originale di questi ravioles della Val Varaita prevede un condimento cremoso, fatto con panna, burro e il tipico formaggio Raschera.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Gnocchi Val Varaita
Gnocchi Val Varaita

Preparazione della ricetta per gli gnocchi della Val Varaita

  1. Per cominciare, lavate le patate sotto acqua corrente e mettetele in una pentola capiente. Ricopritele con acqua fredda e mettetele a bollire sul fornello. La cottura prevede circa 35 minuti, ma potete valutare tastandole con una forchetta; se sono abbastanza morbide, potete scolare.
  2. Una volta fatto, togliete la buccia e schiacciatele con uno schiacciapatate. Raccoglietele su una spianatoia e aggiungete il formaggio grattugiato.
  3. Cominciate a lavorare il composto. Unite anche la toma grattugiata, le uova e un pizzico di sale.
  4. Impastate energicamente, per amalgamare gli ingredienti e, nel frattempo incorporate anche la farina, poco alla volta.
  5. Quando ricavate un panetto morbido e non appiccicoso, staccate un pezzo alla volta e formate dei filoncini. Con un tarocco, tagliateli in tocchetti (di circa 1,5 cm di lunghezza).
  6. Lavorate ciascun tocchetto dandogli la forma degli gnocchi di patate tipici della Val Varaita: una sorta di gnocco dalla forma più affusolata e allungata. Man mano che li create, poggiateli su un canovaccio spolverato con farina di semola.
  7. Per cuocere gli gnocchi, riempite con acqua una pentola e mettetela sul fuoco. Quando arriva a ebollizione, salatela e immergete la pasta fresca.
  8. Dopo qualche minuto cominceranno a tornare a galla e potrete scolarli.
  9. Passiamo a come condire gli gnocchi della Val Varaita. La preparazione tipica prevede una salsa, che si crea facendo sciogliere il burro in un pentolino, fino a farlo diventare ambrato.
  10. A questo punto, aggiungete il formaggio Raschera grattugiato e mescolate qualche secondo. In ultimo, aggiungete la panna liquida e cuocete a fuoco basso, mescolando continuamente. Il condimento è pronto quando appare denso e potete aggiungerlo alla pasta cotta.

Conservazione

Essendo un tipo di pasta fresca molto particolare, il consiglio migliore è di non conservare gli gnocchi di patate tipici della Val Varaita e mangiarli subito.

In alternativa, provate la ricetta degli gnocchi di carote con Parmigiano!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 04-03-2022


Davvero saporiti gli straccetti di manzo con rucola!

Un primo piatto meridionale, ecco lagane e ceci