Ingredienti:
• 400 g di more di gelso
• 250 g di zucchero
• 1 l di acqua
• 1 limone
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 60 min
cottura: 00 min

La granita di gelsi è una ricetta tradizionale siciliana preparata con le more di gelso e solitamente servita nella brioche col tuppo.

La granita di gelsi è una ricetta tradizionale siciliana preparata, come dice il nome, con le more di gelso. Oggi questo frutto è difficile da trovare se non cresciuto allo stato selvatico ma se avete la possibilità di procurarvelo dovete assolutamente provare questa ricetta.

La granita di more di gelso è ottima da sola, gustata al bicchiere, ma se volete sentirvi dei siciliani doc allora non vi resta che metterla all’interno della famosissima brioche col tuppo. La preparazione è davvero molto semplice e ricalca quella di una qualsiasi granita quindi vediamo insieme come preparare questo prodotto tipico.

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

granita di gelsi
granita di gelsi

Come preparare la ricetta della granita di gelsi

  1. Per prima cosa procuratevi dei gelsi ben maturi e sciacquateli sotto acqua corrente con delicatezza. Trasferiteli poi in un robot da cucina e frullateli fino a ottenere una salsa. Questa andrà filtrata in un colino a maglie fini per rimuovere tutti i semini.
  2. A parte, in una pentola, bollite acqua e zucchero poi fare raffreddare.
  3. Aggiungete la salsa di gelsi e il succo di limone e mescolate bene il tutto.
  4. A questo punto, se avete la gelatiera tanto di guadagnato: mettete il liquido nel contenitore, azionate la pala e lasciatela girare per circa un’ora o fino a che la granita non avrà raggiunto la sua caratteristica consistenza. Se invece non ce l’avete, versate il tutto in un contenitore basso e largo, mettetelo in freezer e mescolate ogni 30 minuti per le successive 3-4 ore, fino al raggiungimento della giusta consistenza.

Servite la granita con la brioche con il tuppo e non ve ne pentirete!

Conservazione

La granita di gelsi si conserva in freezer per un paio di mesi. Tenete però presente che tenderà a diventare un unico blocco di ghiaccio quindi prima di consumarla è necessario riportarla a temperatura ambiente per il tempo necessario a ottenere una consistenza mescolabile.

5/5 (1 Recensione)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

Cucina vegana

ultimo aggiornamento: 27-06-2023


Zucchine sott’olio: la ricetta perfetta per conservarle

Caponata di melanzane vegana (e leggera)

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti