Impepata di arselle

Impepata di arselle: un saporitissimo piatto con tutti i sapori del mare.

chiudi

Caricamento Player...

Impepata di arselle: piccole ma buonissime! Le arselle sono conosciute in molte regioni d’Italia con il nome di telline. Vivono nella sabbia, e al loro interno ne possono avere molta. Per questo dovete spurgarle. Per prima cosa le arselle vanno acquistate solo vive, e lo potete verificare perché nell’acqua nella quale di solito le tengono i pescivendoli tirano fuori la loro “lingua”. Ponetele in un ampio recipiente colmo d’acqua salata con del sale grosso, non fino. Dovete usare un cucchiaio di sale grosso per ogni litro d’acqua. Non mischiate l’acqua e lasciate che il sale si sciolga da solo. Lasciatele in acqua per due ore in frigorifero. Se sul fondo trovate molta sabbia, ripetete l’operazione, anche due o tre volte. Una volta cotte, per eliminare altra sabbia, potete filtrare il liquido della preparazione con un colino molto fine.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 5’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10’ + spurgatura

Ingredienti per impepata di arselle (4 persone)

  • 1 kg di arselle
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 1 peperoncino
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Pepe q.b.

Impepata di arselle un piatto fantastico

Preparazione per impepata di arselle

Lavate le arselle e fatele spurgatele molto bene. Versate l’olio in una padella con il peperoncino e gli spicchi d’aglio sbucciati e schiacciati, ma lasciati interi. Fate prendere calore su un fuoco molto alto, quindi versate le arselle con attenzione. Le arselle sono bagnate e contengono acqua, a contatto con l’olio caldo tendono a schizzare.

Per evitare schizzi eccessivi, conviene versare le arselle velocemente e tutte nello stesso momento. Coprite subito e attendete che le arselle si aprano, servono solo 3-4 minuti. Se sono molte, quelle inferiori, sotto il peso di quelle superiori, potrebbero avere problemi ad aprirsi, quindi giratele o fatele saltare ogni tanto.

Quando tutte le telline si sono aperte, cospargete di prezzemolo tritato e terminate con una macinata di pepe, tenendo conto che gran parte della piccantezza dovrebbe già essere stata garantita dal peperoncino. Mettete in una ciotola e portate in tavola. Se trovate delle arselle ancora chiuse, eliminatele e non mangiatele.

È importante che serviate le arselle anche con il loro sughetto. Potete anche accompagnarle con delle fette di pane bruscato.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la fregola con arselle!