Ingredienti:
• 500 ml di olio
• 2-3 rametti di rosmarino
difficoltà: facile
persone: 10
preparazione: 15 min
cottura: 00 min

Erbe aromatiche e un buon olio sono questi gli ingredienti base per un buon olio aromatizzato ottimo per insaporire carne, pesce e contorni di verdure.

Preparare l’olio aromatizzato è veramente molto semplice. Questo tipo di olio può essere preparato con erbe aromatiche e spezie alle quali possono essere aggiunte anche aglio e peperoncino ed è perfetto da utilizzare per insaporire secondi piatti a base di carne o di pesce e contorni di verdure. L’olio aromatizzato agli agrumi, ad esempio, è perfetto per condire il pesce. Ci sono tantissime ricette per l’olio aromatizzato tuttavia, una volta appresi i due procedimenti che stiamo per svelarvi, non ci sarà altro da imparare: potrete sbizzarrirvi con il vostro olio di extravergine aromatizzato all’aglio, al basilico, al peperoncino e non solo (il limite è solo la vostra fantasia).

Come fare l’olio aromatizzato? Per iniziare il consiglio è di utilizzare sempre un buon olio extravergine di oliva di qualità. Prima vi spiegheremo come preparare olio aromatico a freddo, poi passeremo alla ricetta per farlo a caldo e con due metodi (uno davvero velocissimo).

La dieta depurativa per rimettersi in forma dopo le feste

Oli aromatizzati
Oli aromatizzati

Preparazione dell’olio aromatizzato a freddo (al rosmarino)

  1. Per preparar l’olio aromatico iniziate lavando bene i rametti di rosmarino fresco sotto l’acqua corrente fredda.
  2. Una volta fatto asciugateli accuratamente e trasferiteli in una bottiglia di vetro sterilizzata e con tappo a chiusura ermetica.
  3. Riempite la bottiglia con l’olio di oliva, chiudetela e trasferite in dispensa per un paio di settimane.
  4. Trascorso il tempo indicato l’olio aromatizzato è pronto per essere utilizzato. Potete decidere di filtrarlo o lasciare le erbe all’interno dell’olio.

Come aromatizzare l’olio a caldo: sul fornello o al microonde

Per realizzare l’aromatizzazione seguendo questi due metodi noi consigliamo di sceglierla nella preparazione dell’olio aromatizzato all’aglio (che deve essere prima privato dell’anima e lasciato imbiondire in padella) o spezie secche come il peperoncino, lo zenzero essiccato o in polvere, la curcuma o anche, in via eccezionale, l’alloro).

La versione un po’ più lunga, ma decisamente meno veloce di quella a freddo, prevede di far scaldare l’olio extravergine di oliva in un pentolino fino a che non inizia a bollire. A questo punto spegnete subito la fiamma e aggiungete l’aroma designato nella quantità che preferite (certo meglio fare qualche prova sopratutto con l’olio aromatizzato al peperoncino secco, o quello allo zenzero e all’aglio). Lasciate che il liquido torni a temperatura ambiente e solo quando sarà di nuovo freddo filtratelo (facoltativo) e imbottigliatelo e potrete usarlo subito.

Il secondo metodo velocissimo per aromatizzare l’olio è di utilizzare il microonde. Mettete il liquidi e l’aroma in un contenitore adatto e fatelo girare per 1-2 minuti alla massima potenza del vostro elettrodomestico. Assaggiate poi (con attenzione a non scottarvi) l’olio e, se è abbastanza saporito passate a usarlo o imbottigliarlo.

Conservazione

Questo tipo di preparazione si conserva esattamente come l’olio normale, lasciatelo quindi in un luogo fresco e asciutto (con la bottiglia ben chiusa) e lontano da fonti di luce o di calore. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 15-01-2022


Sformatini di finocchio al profumo di cardamomo

Bocconcini deliziosi: il finger food di cui avevate bisogno!