Ingredienti:
• 300 g di riso
• 400 g di calamari
• 1 kg di cozze
• 500 g di gamberi
• 300 g di scampi
• 500 g di vongole
• 2 calamari
• 1/2 cipolla
• 3 cucchiai di olio d'oliva
• 1 spicchio d'aglio
• 80 g di salsa di pomodoro
• 2 bustine di zafferano
• sale q.b.
• pepe q.b.
• 100 g di piselli
difficoltà: media
persone: 6
preparazione: 50 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 379

Spieghiamo nel dettaglio cos’è e quali sono gli ingredienti principali della paella, nelle sue tre versioni: di pesce, di carne e mista.

Sapete quali sono tutti i tipi di paella? Di questo famoso primo piatto esistono tre versioni, da arricchire con ingredienti sempre diversi. Per chi ancora non lo sapesse, si tratta di un piatto tipico spagnolo, originario – per l’esattezza – della zona di Valencia. Gli elementi base per un piatto perfetto sono riso, di cui viene usata la tipologia Bomba, zafferano, verdure e altri ingredienti caratteristici. Tra questi, vi può essere una paella di carne o pesce, o mista.

In qualsiasi versione venga preparata, per cucinarla viene usata la tipica padella nota come “paellera“: questo attrezzo ha un fondo molto ampio e dei pratici manici ai lati, che servono per saltare tutto il condimento all’interno.

Preparazione della paella di pesce

Feste in tavola! Piatti facili, sfiziosi e originali!

Paella di pesce
Paella di pesce

Preparazione della paella

Tra le versioni più amate di questo tipico piatto c’è la paella de mariscos, ovvero con i frutti di mare. La ricetta base prevede solo riso, zafferano e gamberi, scampi, cozze e calamari. Questo piatto è facilmente versatile, quindi potete aggiungere o sottrarre tutti i tipi di ingredienti che volete, di verdure o di pesce. La costante è il riso, usato nella varietà Bomba, più corposa, nella versione originale. Tuttavia, potete sostituirlo con la tipologia Carnaroli o Arborio.

  1. Per prima cosa, pulite i crostacei che avete a disposizione: gamberi, scampi, cozze, vongole. Sgusciate i gamberi e metteteli in una padella ampia, insieme agli scampi (ancora con il guscio), per creare un fumetto di pesce.
  2. In un’altra padella, aggiungete le cozze e le vongole e coprite con il coperchio. Fate cuocere per circa 5 minuti, o il tempo necessario per permettere ai frutti di aprirsi. Al termine, filtrate l’acqua ottenuta e versatela in un recipiente, poi mettete da parte anche i frutti.
  3. Prendete una padella molto ampia o una adatta per la paella. Tritate la cipolla e mettetela nel tegame. Aggiungete l’olio, uno spicchio d’aglio schiacciato e soffriggete per 1 minuto.
  4. Aggiungete i calamari, puliti e tagliati ad anelli, fate insaporire cuocendo per un altro minuto, a fuoco medio.
  5. Versate sopra la salsa di pomodoro e i piselli e fate cuocere 2 minuti, aggiungendo metà del fumetto e metà dell’acqua, ricavata dalla cottura di cozze e vongole.
  6. A questo punto, aggiungete il riso e cuocete a fuoco basso, senza far raggiungere il bollore. Un po’ alla volta, unite il resto del fumetto e dell’acqua.
  7. A metà cottura, fate raggiungere il bollore e aggiungete lo zafferano.
  8. Verso la fine della cottura (quando mancano poco meno di 5 minuti), aggiungete cozze, vongole, gamberi e scampi (non tutti, lasciate qualcuno per decorare). Procedete la cottura a fuoco medio, bagnando e mescolando continuamente il tutto.
  9. Quando il prodotto finale appare cremoso e il riso ben cotto, spegnete e aggiustate di sale e pepe. Decorate e servite.

La ricetta della paella di carne

Paella di carne
Paella di carne

Ugualmente famosa è la tradizionale paella valenciana, la versione fatta con la carne, prevede riso e zafferano, accompagnati da verdure o fagioli e pezzi di carne, come cosce di pollo. Per rendere più ricco il piatto, potete anche provvedere ad aggiungere parti di carne di coniglio, che si abbinano molto bene al pollo.

Ingredienti

  • 300 g di riso
  • 800 ml di brodo vegetale
  • 500 g di carne di coniglio (polpa)
  • 400 g di pomodori
  • 3 cucchiai di olio d’oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 500 g di cosce di pollo
  • 200 g di peperoni verdi
  • 2 bustine di zafferano
  • 100 g di piselli
  1. Per questa versione, preparate un buon brodo vegetale.
  2. Pulite la polpa di coniglio e tagliatela in pezzi piccoli, fate lo stesso con le cosce di pollo e tagliatele a vostro piacimento.
  3. Mondate e pulite i peperoni verdi. Tagliateli a listarelle e, poi, in pezzi più piccoli. Fate lo stesso con i pomodori, fino a ridurli in cubetti. Lavate anche i piselli.
  4. Prendete una padella per paella o una adatta, riempitela con l’olio. Scaldatelo sul fornello e, poi, aggiungete il coniglio e il pollo.
  5. Aggiustate con sale e pepe e fate rosolare per 15 minuti, a fuoco medio-alto.
  6. Trascorso questo tempo, aggiungete i peperoni, i pomodori e i piselli. Fate cuocere altri 10 minuti.
  7. Spostate il condimento verso i bordi e versate il riso al centro della padella (a croce), fatelo tostare un minuto. Poi, aggiungete il brodo e lo zafferano. Fate cuocere per 30 minuti a fuoco medio-basso, senza mescolare.
  8. Al termine, se il liquido è ben assorbito, spegnete e lasciate raffreddare, prima di impiattare.

Come preparare la paella mista

Paella di carne e pesce
Paella di carne e pesce

Molto spesso, queste due versioni si incontrano in un unico piatto. Gli ingredienti sono gli stessi, che possono essere sostituiti con altri o a cui se ne possono aggiungere di diversi. Tuttavia, dovete sapere anche in che ordine cuocerli, per avere un risultato finale completo.

Prima di cominciare, preparate tutti gli ingredienti che vi occorrono e realizzate il brodo vegetale, che non può mancare per cuocere il riso. Prendete una paellera o una padella adatta e riempitela con l’olio, preparate il soffritto con mezza cipolla e lo spicchio d’aglio per cuocere i peperoni, i pomodori pelati e i piselli, poi fate rosolare la carne (i pezzi di coniglio e le cosce di pollo). Spostate tutto ai bordi e mettete al centro i frutti di mare, calamari, scampi, cozze, vongole, gamberetti, per cuocerli. Fate una croce al centro e mettete il riso. Tostatelo e ricopritelo con le bustine di zafferano e brodo vegetale; lasciate cuocere a fuoco medio.

Conservazione

Dopo aver capito come fare la paella, sappiate che potete conservarla in frigo per 2 giorni, in un contenitore ermetico.

In alternativa, scoprite la paella vegana.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 19-09-2022


Come combattere il caro bollette in cucina?… Con le nostre idee furbe di piatti freddi naturalmente!

Scopriamo la minestra sudicia, una ricetta toscana