Ingredienti:
• farina bianca q.b.
• acqua q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 10 min

I panigacci sono un pane tipico della Lunigiana dalla forma rotonda che viene cotto in un piatto di terracotta. Si mangiano in accompagnamento a salumi e formaggi vari.

Oggi andiamo in Lunigiana, regione storica che è suddivisa fra Liguria e Toscana, alla scoperta dei panigacci, una ricetta della tradizione di queste due regioni e che è conosciuta e apprezzata anche nel resto del Paese. I panigacci sono dei panini che vengono preparati anche come accompagnamento da portare in tavola, ma che abbinati a salumi, formaggi o sughi e ragù possono diventare delle vere e proprie portate principali.

Questi particolari panini non lievitati vengono cotti dentro a un piatto di terracotta, detto testo, che viene precedentemente riscaldato dentro ad un forno a legna dove poi vengono messi i panigacci. Scopriamo come fare questi deliziosi e morbidi cerchi di pane, e come mangiarli per gustarli al meglio!

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Panigacci
Panigacci

La ricetta dei panigacci e come si mangiano

Per preparare i panigacci servono davvero pochi ingredienti: farina bianca, acqua e sale.

  1. Il procedimento è semplice: basta impastare gli ingredienti in una ciotola fino a quando non si ottiene una pasta liscia ed elastica.
  2. Dopodiché i panigacci vengono fatti riposare per circa 1 ora e infine cotti dentro al testo.
  3. Se volete provare a farli a casa, potete cuocerli in padella per pochi minuti, fino a quando non diventeranno croccanti all’esterno, ma morbidi all’interno.

Come si mangiano i panigacci?

Il modo migliore per consumarli è quello di abbinarli a salumi e formaggi, sopratutto formaggi morbidi come gorgonzola, stracchino o caprini a pasta molle. Oppure farciteli a piacere e chiudeteli su stessi dando vita ad una sorta di panino farcito.

Testaroli o panigacci?

Testaroli al pesto
Testaroli al pesto

Esiste una variante dei panigacci che è diffusa anche con il nome di testaroli. Gli ingredienti sono gli stessi (farina bianca, acqua e sale q.b.), ma la preparazione è diversa:

  1. I testaroli sono molto più sottili e vengono prima cotti in forno, e poi cotti nuovamente in acqua bollente per altri 2 minuti.
  2. Infine, vengono conditi con del sugo o del pesto genovese, così da dare vita a un primo piatto davvero originale.

Insomma, si parte sempre da un pastella ma i testaroli assomigliano molto più ad un primo piatto! Scopriamo insieme tutte le ricette e i piatti tipici liguri!

4/5 (2 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Pane

ultimo aggiornamento: 27-11-2020


5 ricette con un unico protagonista: il nero, per un Black Friday delizioso!

Per una pizza straordinaria e digeribile, ecco l’impasto mille bolle!