Ingredienti:
• 400 g di farina 00
• 500 ml di acqua
• 1 pizzico di sale
• 1/2 peperone verde
• 1 cipolla
• 1 carota
• 2 cucchiai di olio
• 250 g di carne di manzo
• 500 ml di salsa di pomodoro
• 1 melanzana
• 1 peperone rosso
difficoltà: media
persone: 6
preparazione: 50 min
cottura: 20 min
kcal porzione: 263

Prepariamo la pasta alla mugnaia, un primo abruzzese appartenente alla tradizione e ricco di sapori.

La pasta alla mugnaia è un prodotto tipico appartenente al repertorio di gastronomia italiana. Nello specifico si tratta di un primo piatto tipico della cucina abruzzese, che consiste in pasta fresca fatta in casa e lavorata, tradizionalmente a mano. Sono molto simili alle tagliatelle, ma hanno una forma più spessa. Originario di Elice, un borgo in provincia di Pescara, questo piatto viene condito con sugo di carne, arricchito con verdure genuine e saporite, come melanzane e peperoni.

Allacciate il grembiule e andate in cucina!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Pasta alla mugnaia
Pasta alla mugnaia

Preparazione della ricetta per la pasta alla mugnaia

  1. Cominciate dal sugo. Tritate finemente il peperone verde, la cipolla e la carota.
  2. Riempite una casseruola con un paio di cucchiai di olio, mettete sul fornello a far scaldare. Versate, poi, la carne e fate rosolare un po’.
  3. Aggiungete tutti gli ingredienti tritati e fate soffriggere anch’essi. A questo punto, unite la salsa di pomodoro e un bicchiere d’acqua (250 ml).
  4. Nel frattempo, tagliate a cubetti il peperone rosso e la melanzana. Uniteli al resto del condimento, mescolate e salate. Lasciate cucinare per 40 minuti circa.
  5. Passate alla pasta. Setacciate la farina e versatela in una ciotola. Aggiungete un pizzico di sale e versate l’acqua un po’ per volta, amalgamando con le mani. Una volta fatto, impastate e ottenete un buon panetto sodo e omogeneo.
  6. Per praticità, dividete questo impasto in più porzioni (magari da 50 g ciascuna). Lavorate una di esse alla volta: stendete con un mattarello per avere una sfoglia sottile, infarinatela e arrotolatela su se stessa, poi tagliatela in parti di 1 cm circa di larghezza. Lavorate ciascuna striscia di pasta come se fosse un cordoncino, perché lo scopo è quello di ricavare una tagliatella spessa.
  7. Infarinate un vassoio e posizionate sopra la pasta, ricoprendo anch’essa con la farina.
  8. A questo punto, il sugo è pronto e appare rappreso. Spegnete e lasciate intiepidire.
  9. Riempite con abbondante acqua una pentola e salatela. Quando bolle, tuffate all’interno la pasta e lasciate cuocere per 10 minuti.
  10. Quando è cotta, scolate e distribuitela nei piatti, aggiungendo il sugo.

Storia della pasta alla mugnaia

La ricetta originale di questo piatto tradizionale ha origini molto antiche. Secondo alcune testimonianze, potrebbe risalire al 1300. Il motivo è presto spiegato: si tratta di un piatto molto semplice e appartenente alla tradizione contadina. Il suo nome deriva dai mugnai che hanno dato origine a questo tipo di pasta. Inizialmente, veniva fatta con la farina lavorata nei vari mulini, presenti nella zona del fiume Fino. Qui, veniva servita in bianco, in quanto era un piatto povero. Negli anni seguenti, si è arricchito sempre più di condimento.

Conservazione

Il consiglio migliore è di preparare, cuocere e gustare la pasta alla mugnaia fatta in casa al momento. Potete conservare il sugo in frigo, in un contenitore ermetico, per massimo 2 giorni.

Dalla tradizione italiana arriva anche il piatto della pasta alla sorrentina al forno.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 21-03-2022


Involtini di zucchine e tonno, un antipasto sfizioso

Riso venere con zucchine e piselli, un’elegante idea da buffet