Ingredienti:
• 350 g di farina 00
• 200 g di vino bianco secco
• 100 ml di olio extravergine di oliva
• 1 cucchiaino di sale
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 30 min

Croccante, friabile e senza lievito, la pizza scima abruzzese è una sorta di focaccia perfetta per accompagnare salumi, formaggi e arrosticini.

La pizza scima (o scema) è forse una delle ricette, insieme agli arrosticini, più conosciuta quando si parla di cucina abruzzese. Simile a una focaccia senza lievito, viene servita in accompagnamento a salumi e formaggi, come sostituto di pane e grissini.

Si narra che venisse preparata già nel Medioevo, retaggio con tutta probabilità di una comunità israelitica insediatasi in Abruzzo. In origine l’impasto veniva cotto su un coperchio, noto come coppo, poi coperto di braci mentre oggi si tende a preferire la cottura al forno. Come per tutte le preparazioni tradizionali, poi, anche per la pizza scema non c’è un’unica ricetta, restano però invariati gli ingredienti: farina, olio, vino bianco e sale. Caratteristici anche i tagli che ne ricoprono la superficie rendendone più facile il porzionamento.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Pizza scima
Pizza scima

Come preparare la pizza scima con la ricetta origina abruzzese

  1. Per preparare la pizza scema è sufficiente riunire tutti gli ingredienti in una ciotola e impastare. Mettete quindi la farina e il sale e mescolate velocemente con le mani.
  2. Versate quindi a filo, mescolando con un cucchiaio, il vino e l’olio.
  3. Quando l’impasto comincerà a compattarsi, trasferitelo sulla spianatoia e finite di lavorarlo a mano.
  4. Aiutandovi con un matterello, stendetelo fino a raggiungere uno spessore di 1,5 cm dandogli una forma il più rotonda possibile.
  5. Trasferitelo su una teglia rivestita di carta forno e con un coltello affilato incidete la superficie in modo da formare una griglia.
  6. Cuocete la pizza scima a 250°C per 30 minuti.

La pizza scema abruzzese ha una consistenza a metà tra quella di una focaccia e quella della pasta brisé ed è molto apprezzata per via della totale assenza di lievito e lievitazione. Perché si dice “scema”? Proprio perché è talmente facile da fare che non serve alcuna abilità in cucina!

Come accennato all’inizio, potete accompagnarla pressoché a qualsiasi ricetta, ma se proprio volete fare un salto in Abruzzo, allora vi consigliamo di cimentarvi con gli arrosticini. In alternativa alla pizza scima, provate la nostra focaccia senza lievito: non ve ne pentirete!

Conservazione

Potete conservare la pizza scima in un sacchetto di carta per 2-3 giorni. In questo modo si manterrà croccante e friabile come appena fatta.

5/5 (3 Reviews)
Aperitivo Cena veloce Idee per cena Pizza Ricette al forno

ultimo aggiornamento: 31-03-2021


Stanchi della solita insalata? Ecco 10 idee per le vostre insalate estive

Casadinas o pardulas: i dolci pasquali sardi più buoni