Ingredienti:
• 380 g di spaghetti
• 4 tuorli
• 1 uovo intero
• 200 g di guanciale
• 90 g di pecorino romano
• 30 g di formaggio grattugiato
• pepe nero q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 10 min

Vediamo insieme le migliori ricette di pasta: primi piatti della tradizione semplici da preparare e gustosissimi.

Oggi parliamo di sughi per pasta, e vedremo alcune delle nostre ricette preferite di quello che è sicuramente il piatto più famoso e rappresentativo della nostra cultura culinaria. L’Italia, fra le tante eccellenze dei suoi prodotti, è di certo conosciuta in tutto il Mondo come la patria della pasta, e diciamolo, qui da noi possiamo letteralmente prepararla… in tutte le salse!

Oggi vedremo dei primi piatti di pastasciutta che ci piacciono particolarmente, sia da cucinare che da mangiare, e che non possono mancare tra le ricette della nonna di un buon italiano. Tenetevi forte… perché queste ricette sfiziose porteranno nella vostra cucina un’esplosione di sapore!

Pasta alla carbonara

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Carbonara
Carbonara

Non possiamo non cominciare con lei, sua maestà la carbonara, la pasta dai riflessi dorati e dal sapore spaziale, che piace a tutti… ma che non tutti sanno cucinare.

I trucchi? Scegliere gli ingredienti giusti e saperli valorizzare. La cremina all’uovo deve essere preparata a regola d’arte e stemperata con acqua di cottura senza che l’uovo stracci, il guanciale croccante (ma non secco!) e il pepe abbondante. E occhio al sale!

In ogni caso, tranquilli: con la nostra ricetta della carbonara (e tutti i nostri trucchetti) non potrete sbagliare!

Ingredienti per la carbonara (4 persone)

  • 380 g di spaghetti
  • 4 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 200 g di guanciale
  • 90 g di pecorino romano
  • 30 g di formaggio grattugiato
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.

Cominciate prima di tutto portando a bollore una pentola d’acqua. Salatela con una manciata di sale grosso e buttateci gli spaghetti. Mentre la pasta cuoce dedicatevi al sugo. Eliminate la cotenna e tagliate a listarelle dello spessore di circa 1 cm il guanciale (va bene anche a cubetti) e mettetelo a rosolare in una padella antiaderente senza l’aggiunta di alcun grasso e fatelo diventare croccante. Una volta pronto spegnete la fiamma e dedicatevi alla realizzazione della crema con uova e pecorino, pepe e parmigiano. Sbattete le uova con una forchetta energicamente, poi amalgamante all’interno i formaggi e terminate con una bella spolverata di pepe nero. Una volta cotta la pasta scolatela direttamente nella padella con il guanciale e il suo grasso, saltatela per qualche minuto energicamente poi unite la crema di uovo e pecorino. Se la consistenza non sarà abbastanza fluida aggiungete un mestolino di acqua di cottura nella padella mescolando velocemente in modo che l’uovo non cuocia. La carbonara è pronta, impiattate e servite.

Pasta alla norma

Pasta alla norma
Pasta alla norma

Continuiamo con la libidine, con il sapore della tradizione italiana, ma ci spostiamo più a Sud e da Roma facciamo un viaggio fino alla Sicilia: ecco la pasta alla norma, forse il primo piatto con melanzane più famoso in assoluto.

Anche qui i passaggi sono fondamentali. La melanzana va fritta o grigliata? Il pomodoro di che tipo deve essere? E ci va la cipolla o no? Beh, per tutti questi consigli, ecco a voi la ricetta della pasta alla norma!

Ingredienti per preparare la pasta alla norma (4 persone)

  • 380 g di pasta corta
  • 2 melanzane
  • 450 g di pomodori
  • 15 foglie di basilico fresco
  • 120 g di ricotta salata
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla bianca
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • pepe e sale q.b.
  • olio da frittura q.b.

Come prima cosa mettete a bollire l’acqua. Ora tagliate a cubetti la melanzana e lasciatela spurgare per almeno 30 minuti con un po’ di sale e un peso a schiacciarla. Nel mentre fate sbollentare qualche minuto i pomodori, eliminate la pelle e tagliateli finemente con un coltello. Mettete una padella sul fuoco, aggiungete cipolla, aglio, olio e i pomodori tagliati e lasciate cuocere regolando di sale e pepe fino a che non otterrete una gustosa salsa di pomodoro. A parte fate scaldare l’olio di semi e friggete le melanzane senza alcuna panatura, poi adagiatele in un foglio di carta assorbente per eliminare il grasso in eccesso. Salate la pasta oramai a bollore e buttate la pasta. Una volta pronta scolate direttamente nella pentola con il sugo e impiattate. In ogni porzione aggiungete qualche cubetto di melanzana e una generosa grattata di ricotta salata prima di servire.

Pasta alla gricia

Gricia
Gricia

Ebbene, facciamo di nuovo le valigie e prepariamo a tornare a Roma! Sì, è vero che ci siamo appena stati, ma fidati che anche questa volta ne varrà la pena. La gricia è un piatto semplice e fatto da tre ingredienti fondamentali: pecorino, guanciale e pepe, e potrebbe quasi essere descritta come una carbonara senza uova!

Prepararla però nasconde diverse insidie, fra le più complesse sicuramente quella di non far stracciare il formaggio, che se si aggruma rischia di mandare tutto all’aria.

Vi aiutiamo noi, non preoccupatevi. Ecco la ricetta della gricia!

Ingredienti per la gricia (4 persone)

  • 400 g di spaghetti
  • 300 g di guanciale
  • 250 g di pecorino romano
  • pepe q.b.
  • acqua di cottura q.b.

Fate bollire una pentola d’acqua, aggiungete il sale e buttate la pasta. Ora dedicatevi alla salsa: eliminate la cotenna dal guanciale, tagliatelo a listarelle o cubetti e fatelo rosolare in una padella senza l’aggiunta di altro grasso fino a che non risulterà croccante. Grattugiate il pecorino e adagiatelo in una padella lontano dal fuoco, ora scolate gli spaghetti direttamente nella padella con il formaggio, aggiungete circa 1 bicchiere di acqua di cottura, il guanciale e una bella grattata di pepe. Mantecate con attenzione fino a creare una golosa cremina, impiattate e servite.

Pasta all’amatriciana

pastasciutta all'amatriciana
pastasciutta all’amatriciana

Più che un piatto è un monumento della cucina laziale e, soprattutto, italiana. Non potevano non aggiungere a questa lista la ricetta della pasta all’amatriciana: golosa e saporita, un vero e proprio trionfo di sapori! Realizzarla è un gioco da ragazzi, ecco quindi ingredienti e passaggi.

Ingredienti per la pasta all’amatriciana (4 persone)

  • 400 g di pasta
  • 120 g di guanciale di Amatrice
  • 350 g di pomodori San Marzano
  • 80 g di pecorino romano
  • 1 bicchiere di vino bianco da cucina
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • peperoncino q.b.

Mettete a bollire l’acqua e nel mentre preparate il sugo della pasta. Eliminate la cotenna dal guanciale e tagliatelo a listarelle con spessore di circa 1 cm, ora mettetelo a rosolare in padella senza l’aggiunta di altro grasso. Una volta croccante sfumate leggermente con il vino bianco e aggiungete 1 peperoncino intero. A parte sbollentate i pomodori, pelateli, tagliateli ed elimiate i semi: dopo aver fatto questo procedimento buttateli nella padella insieme al guanciale e al suo grasso, portate a bollore e regolate di sale e pepe. Lasciate ridurre la salsa e nel mentre salate l’acqua e buttate la pasta. Una volta cotta la pasta scolatela direttamente dentro la padella con il sugo. Aggiungete il pecorino grattuggiato e, al bisogno, un mestolino di acqua di cottura. Mescolate, impiattate, date un’ultima grattata di pecorino e servite.

Cacio e pepe

Cacio e pepe
Cacio e pepe

Rimaniamo sul tema, ma decliniamolo in maniera diversa: ecco un altro primo piatto della tradizione, la cacio e pepe! Anche qui si darà vita a una pasta classica, golosa e assolutamente strepitosa!

Provate la ricetta della cacio e pepe, non potrete più farne a meno!

Ingredienti per fare la cacio e pepe (4 persone)

  • 400 g di spaghetti
  • 200 g di pecorino romano
  • pepe nero q.b.
  • acqua di cottura q.b.

Mettete sul fuoco una pentola d’acqua e, arrivata a bollore, salatela e buttate gli spaghetti. Passate poi a preparare la salsa: grattugiate il pecorino e mettetelo in una padella lontano dal fuoco. Scolate la pasta al dente all’interno della padella, aggiungete circa 1 bicchiere id acqua di cottura e mescolate energicamente il tutto per creare una bella cremina con il formaggio. A questo punto impiattate e date una generosa grattata di pepe nero sopra ogni porzione prima di servire.

Pasta con le sarde

pasta con le sarde
pasta con le sarde

Per chi desidera un piatto saporito, ma comunque sano e completo, la pasta con le sarde è quello che ci vuole. Si tratta, anche in questo caso, di una ricetta della tradizione: la ricetta della pasta con le sarde è un piatto siciliano per eccellenza ma famoso in tutta la penisola.

Ecco una versione semplice e golosa: provate la nostra pasta con le sarde!

Come fare la pasta con le sarde (4 persone)

  •  320 g di spaghetti
  • 500 g di sarde fresche
  • 4 acciughe
  • 1 cipolla bianca grossa
  • 1 bustina di zafferano
  • 200 g di finocchietto selvatico
  • 30 g di granella di mandorle
  • 30 g di pinoli
  • 30 g di uvetta
  • pangrattato q.b.
  • olio di oliva q.v.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Iniziamo con il passaggio più lungo e noioso: pulire le sarde (meglio se già eviscerate e senza la testa). Per farlo apritele a libro con l’aiuto di un coltello ed eliminate la lisca e, dopo questo passaggio, mettete in ammollo l’uvetta. A questo punto buttate il pesce in padella con dell’olio e la cipolla tritata finemente, cuocete il tutto a fuoco lento fino a che le sarde non si saranno quasi sciolte completamente. Portate a bollore una pentola di acqua, salatela e fate cuocere la pasta. Nel mentre aggiungete alle sarde un mestolino di acqua di cottura, sciogliete lo zafferano e aggiungete l’uvetta, i pinoli e le mandorle. Cuocete il tutto mescolando di tanto in tanto per qualche minuto, poi aggiungete il finocchietto al sugo (precedentemente bollito per 2 minuti in acqua calda). Scolate la pasta direttamente nella salsa, aggiungete ancora un po’ di acqua di cottura e amalgamate bene il tutto. Per concludere aggiustate di sale e di pepe e spolverate con del pangrattato appena tostato in una padella a parte.

Pasta al pesto

pasta al pesto
pasta al pesto

Un primo piatto realizzato con una salsa tipica della Liguria, che ben presto ha conquistato il cuore di tutti gli italiani. Stiamo proprio parlando della ricetta della pasta al pesto: ci sono tantissime varianti in tutto lo stivale, c’è chi non mette l’aglio e che utilizza solo una tipologia di formaggio. Ecco al nostra versione, rispettosa della tradizione e facilissima da realizzare (con il mortaio o, in caso, anche con un frullatore a immersione).

Ingredienti per la pasta al pesto (4 persone)

  • 360 g di pasta tipo spaghetti
  • 50 g di foglie di basilico fresco
  • 100 g di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 70 g di formaggio grattugiato
  • 30 g di pecorino
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 1 pizzico di sale grosso

Come prima cosa mettete a bollire l’acqua per la pasta e, una volta arrivata a temperatura salatela e buttate gli spaghetti. Ora dedicatevi alla salsa. Prendete il bicchiere dai bordi alti in dotazione con il frullatore e mettete dentro le foglie di basilico lavate e asciugate, i pinoli, l’aglio sbucciato e il formaggio grattuggiato e il pecorino. Iniziate a frullare il tutto aggiungendo a filo l’olio EVO. A questo punto mettete il pesto in una padella, scolate la pasta direttamente al suo interno, aggiungete un mestolino di acqua di cottura e mantecate il tutto mescolando energicamente con un cucchiaio. Impiattate e servite.

Pasta arrabbiata

Pennette all'arrabbiata
Pennette all’arrabbiata

Nelle ricette veloci di pasta all’italiana non potevano di certo mancare le pennette all’arrabbiata: un primo saporito e con una spinta in più grazie alle sue note piccanti. Gli ingredienti sono pochissimi, ma non vi deluderanno!

Ingredienti per le pennette all’arrabbiata (4 persone)

  • 380 g di penne rigate
  • 400 g di pomodori pelati
  • peperoncino (fresco o secco) q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • basilico o prezzemolo q.b.

Come prima cosa prendete i pelati, versateli in una ciotola e chiacciateli con una forchetta. A parte mettete una padella sul fuoco con con filo d’olio, aglio e peperoncino. Fate saltare il tutto poi aggiungete i pelati schiacciati e lasciate cuocere il sugo a fiamma bassa fino a che non si restringerà. A questo punto regolate di sale e pepe e mettete a bollire una pentola di acqua per la pasta. Una volta arrivata a temperatura salate con sale grosso l’acqua e buttate a cuocere le pennette. Passato il tempo indicato nella confezione scolatele direttamente nella padella con il sugo. Mantecate con un filo di olio EVO a fuoco spento, impiattate, aggiungete a piacere basilico o prezzemolo in ogni porzione e servite a tavola.

Taglietelle alla bolognese

Tagliatelle al ragù alla bolognese
Tagliatelle al ragù alla bolognese

Un must che davvero non poteva mancare sono le tagliatelle realizzate con la nostra ricetta del ragù alla bolognese: una preparazione tipica del capoluogo emiliano e perfetta per arricchire tantissimi primi piatti. Non è difficile preparare il ragù a casa, ve lo assicuriamo, dovrete solo avere dalla vostra il tempo. Come è noto questo piatto più cuoce più è buono!

Ingredienti per le tagliatelle al ragù (4 persone)

  • 380 g di tagliatelle fresche all’uovo
  • 400 g di polpa macina di manzo
  • 200 g di carne di suino macinata
  • 300 g di passata di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla dorata
  • 250 g di vino (rosso o bianco)
  • 40 ml di latte intero
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • rosmarino q.b.

Preparate il soffritto con sedano, carota e cipolla e lasciatelo appassire sul fuoco, dentro una pentola capiente con un filo di olio EVO e l’aglio (facoltativo). Dopo qualche minuto unite anche le carni macinate e il rametto di rosmarino ben lavato. Mescolate per sgranare bene la carne e, dopo circa 5-10 minuti di cottura o quando si sarà dorata sfumate con il vino. Lasciate evaporare l’alcol e poi unite la passata di pomodoro. Lasciate cuocere il tutto per almeno 1-2 ore, a cottura quasi ultimata aggiungete il latte e regolate di sale e pepe. A questo punto mettete a bollire una pentola d’acqua e, raggiunta la temperatura salata con sale grosso e buttate le tagliatelle. Scolatele al dente direttamente nei piatti e condite con una bella cucchiaiata (o anche 2 o 3) di buon ragù fatto in casa.

Spaghetti alle vongole

spaghetti alle vongole
spaghetti alle vongole

Come ultima proposta ecco a voi un primo sempre d’effetto ma davvero facilissimo da realizzare. L’unica insidia? La sabbia nei molluschi, ma vedrete che con la nostra ricetta degli spaghetti alle vongole riuscirete a fare un figurone in qualsiasi occasione!

Ingredienti per gli spaghetti alle vongole (4 persone)

  • 380 g di spaghetti
  • 1 kg di vongole veraci
  • vino bianco q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 2 spicchi d’aglio
  • peperoncino q.b.
  • prezzemolo fresco q.b.

Per preparare alla perfezione questo piatto vi consigliamo di mettere a spurgare le vongole almeno 10-12 ore prima di prepararle. Immergetele in acqua fredda con un po’ di sale (in alcuni casi consigliano di aggiungere della farina che le involgi ad aprirsi per mangiare). Passate le ore sciacquatele in acqua fredda e date dei piccoli colpetti a ognuna per eliminare eventuali altri residui di sabbia e mettetele da parte. Fate bollire a questo punto una pentola di acqua, salatela e buttate a cuocere gli spaghetti. In una padella sul fuoco versate un filo di olio EVO e l’aglio, quando sarà caldo buttate le vongole e, una volta aperte tutte completamente sfumate con il vino bianco. Aggiungete il peperoncino e il prezzemolo e scolate direttamente la paste nella padella con un mestolino di acqua di cottura. Mantecate per bene e impiattate aggiungendo una spolverata di prezzemolo e regolando di sale e pepe.

Soddisfatti delle nostre ricette intramontabili? Se volete provate altre preparazioni abbiano tantissime altre idee per primi piatti veloci che vi faranno fare un figurone in famiglia o con gli amici!

TAG:
Cena veloce Cucina italiana Primi piatti semplici

ultimo aggiornamento: 09-05-2021


La lemon pound cake di Martha Stewart è incredibile

Prepariamo l’insalata capricciosa: la ricetta originale facile e veloce per un piatto classico