Prepariamo insieme un primo piatto raffinato: il risotto al tartufo nero

Ingredienti:
• 300 g di riso carnaroli
• 1 l di brodo vegetale
• 40 g di burro
• 1 scalogno
• 1 bicchiere di vino bianco secco
• 50 g di formaggio grattugiato
• 1 tartufo nero
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 5 min
cottura: 20 min

Delicato e deciso allo stesso tempo, la ricetta del risotto al tartufo nero è in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

Il tartufo è un ingrediente molto pregiato, che può arrivare a costare anche tre mila euro al chilo. Insomma, una vera fortuna, quindi se decidiamo di acquistarlo occorre sapere come valorizzarlo al meglio. Il risotto al tartufo, preparato nel modo più semplice possibile, consente di assaporarne appieno il gusto.

Esistono due varietà di tartufo, quello bianco e quello nero. Il primo è il più pregiato e profumato, ottimo per piatti ricercati come le tartare, ma anche servito con ingredienti più semplici come le uova al tegamino.

Risotto al tartufo
Risotto al tartufo

Come preparare il risotto al tartufo

Come prima cosa tritate finemente lo scalogno. Rosolatelo in un tegame dal fondo spesso insieme al burro. Io solitamente utilizzo per i risotti delle pentole di terracotta: danno al riso un profumo unico e hanno un ottimo modo di condurre il calore.

Una volta che lo scalogno sarà diventato trasparente, aggiungete il riso e tostatelo per 2 minuti. Quando sarà lucente, sfumate con il vino bianco. Vi accorgerete che l’alcol sarà evaporato semplicemente annusando il vapore che si alza dalla pentola.

Aggiungete ora brodo bollente in quantità tale da coprire a filo il riso. ogni qual volta il riso si sarà asciugato, aggiungete un altro mestolo di brodo. Mi raccomando questa fase è fondamentale per ottenere la cottura perfetta del riso. Vi consiglio inoltre di mescolarlo solo dopo aver aggiunto il brodo e di lasciarlo cuocere il resto del tempo senza smuoverlo.

A cottura ultimata togliete dal fuoco e mantecate con il formaggio grattugiato. A piacere potete aggiungere anche altro burro. Dividete nei piatti e completate con una generosa dose di tartufo nero affettata con l’apposito strumento.

Provate anche la ricetta della pregiatissima fonduta al tartufo bianco!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 14-12-2018

X