Ingredienti:
• 350 g di riso vialone nano
• 200 g di pasta di salame cruda
• 1 l di brodo di carne
• 50 g di burro
• 50 g di formaggio grattugiato
• 1 rametto di rosmarino
• 1 pizzico di cannella
• 1/2 bicchiere di vino bianco
• 1 cipolla
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 20 min

Preparare il risotto al tastasal è davvero semplice, ma la ricetta è leggermente diversa dalle più tradizionali. Scopriamola insieme!

Il risotto al tastasal è un piatto tipico Veneto, per la precisione della zona di Verona. Nasce molto indietro nel tempo quando le famiglie erano solite riunirsi per uccidere il maiale, una vera e propria giornata di festa per coloro che quasi tutto l’anno vivevano di stenti. Il tastasal, termine dialettale che significa assaggiare di sale, altro non è che l’impasto del salame fresco. Una sorta di carne trita (ma non fatelo con il macinato o sarà un’altra cosa), insaporita con abbondante sale, pepe e spezie, come chiodi di garofano, aglio e rosmarino.

Assaggiando il tastasal quindi la madre di famiglia era in grado di capire se la carne era condita al punto giusto e per poter procedere con la preparazione degli insaccati. Oggi il risotto al tastasal è poco conosciuto, complice il fatto che non è sempre facile trovare la pasta di salame fresca nei supermercati. Ma se vi dovesse capitare sotto mano provatela perché è davvero irresistibile!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Risotto al tastasal
Risotto al tastasal

Come preparare la ricetta del risotto al Tastasal di Verona

  1. Per prima cosa portate a bollore il brodo, quindi tuffate il riso e lasciate cuocere a fiamma bassa.
  2. A parte, in un tegame, rosolate la cipolla tritata finemente con il burro e il rosmarino.
  3. Una volta imbiondita la cipolla, togliete il rametto di rosmarino e aggiungete il tastasal, rosolandolo uniformemente.
  4. Sfumate con il vino bianco e una volta che tutto l’alcool sarà evaporate spegnete.
  5. Aggiungete il tastasal al riso dopo circa 12 minuti di cottura, coprite e spegnete la fiamma. Vi consigliamo di coprire la pentola anche con un canovaccio così da limitare la dispersione dei vapori e consentire al riso di proseguire la cottura.
  6. Lasciatelo riposare per 5 minuti.
  7. Profumate con il grana padano, una spolverata di cannella e mescolate.
  8. Servite il tastasal con la ricetta originale ben caldo.

Il risotto, soprattutto questa variante, è davvero rapido da preparare. Se cercate altre idee di questo tipo, la nostra sezione di primi piatti veloci è quella che fa al caso vostro.

Conservazione

Come per tutte le ricette di risotti, anche il tastasal è buono appena fatto. Tuttavia, se vi dovesse avanzare, potete conservarlo in frigorifero in un contenitore ermetico per massimo 2-3 giorni e riscaldarlo poi in padella o al microonde.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Ricette risotti

ultimo aggiornamento: 19-08-2021


Pistacchiotti, i migliori biscotti al pistacchio di sempre

Semplice, buona e veloce: è l’insalata di pasta e prosciutto cotto!