Una pietanza naturale che fa bene alla salute: risotto con lenticchie e dadini di zucca al rosmarino.

Il risotto con lenticchie e dadini di zucca al rosmarino sarà un modo per consentire all’organismo di prendere una boccata di “ossigeno”: si tratta di un piatto che abbina, infatti, tre ingredienti molto salutari, ovvero il riso (meglio ancora se integrale), le lenticchie – ricche di magnesio – e la zucca – un trionfo di vitamine e sali minerali.

Si tratta di una ricetta semplice, adatta anche ai bambini e alle persone che seguono una dieta vegetariana e vegana, ma anche per i celiaci.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 1 h

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30′

INGREDIENTI: *4 persone*

  • 320 gr di riso arborio (o integrale)
  • 100 gr di lenticchie
  • 300 gr polpa di zucca
  • 1 scalogno
  • brodo vegetale q.b.
  • rosmarino
  • sale fino
  • pepe

PREPARAZIONE:

Per preparare il vostro risotto con lenticchie e dadini di zucca al rosmarino, cominciate a cuocere le lenticchie in pentola a pressione, per circa mezz’ora dal fischio.

Quando le lenticchie saranno cotte, mettetele da parte e cominciate a scaldare il brodo vegetale, o anche a prepararlo da zero, con una cipolla, una carota, una costa di sedano e un po’ di concentrato di pomodoro (e/o altre verdure a disposizione).

Pulite bene la zucca, conservando i semi per le vostre insalate, e poi tagliatela a dadini piccoli.

Tritate finemente lo scalogno o la cipolla, e fatela imbiondire in una padella con dell’olio evo.

Fate tostare il riso nella padella con la cipolla, per circa un minuto, poi unite la zucca e le lenticchie e fate cuocere aggiungendo via via del brodo vegetale caldo. Aggiustate di sale e pepe, unite il rosmarino per insaporire e proseguite la cottura.

Servite il vostro risotto con lenticchie e dadini di zucca al rosmarino ben caldo.

Leggi anche: Cupcake salati al sedano con formaggio fresco e semi di zucca tostati

BUON APPETITO!

Fonte foto: Flickr

0/5 (0 Reviews)

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta


Coniglio al cioccolato

Paccheri al nero di seppia con pesto ai pistacchi