Come scegliere la verdura in base alle stagioni e al luogo di provenienza per mangiare sano.

La verdura è tra i cibi che non possono mancare nell’alimentazione quotidiana. Sceglierla fresca e di buona qualità è, dunque, importante per il benessere del nostro corpo. I criteri da applicare nella scelta e nell’acquisto della verdura sono simili a quelli della frutta, ma con qualche piccola differenza. Se volete essere sicuri di mangiare bene e di avere in tavola sempre le verdure migliori, ecco come scegliere la verdura nel modo giusto grazie alle linee guida tramandate di generazione in generazione.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

SCEGLIERE LA VERDURA
COME SCEGLIERE LA VERDURA

Imparare a scegliere la verdura per vivere in forma e nutrirsi bene ogni giorno.

Il miglior modo per scegliere la verdura è preferire quella di stagione. Ogni periodo dell’anno ha le sue coltivazioni e la natura ci da ciò  di cui abbiamo bisogno in quanto a vitamine e sali minerali. In inverno, ad esempio, i carciofi o i cavoli. In estate, invece, zucchine, pomodori e melanzane. Fare attenzione anche al luogo di provenienza. Ricordate che più vengono da lontano più sarà stato lungo il viaggio per arrivare a destinazione. Molto spesso le verdure vengono messe in celle frigorifere per poter resistere alle temperature, e quindi devono essere consumate il più velocemente possibile. I prodotti a km zero, invece, hanno un tempo maggiore di conservazione anche se a volte i prezzi sono più elevati.

In generale i vari tipi di lattuga per essere di buona qualità devono presentare un colore verde acceso e i bordi “croccanti”. Se, invece la verdura è spenta e i bordi sono scuri o mollicci è un chiaro campanello di allarme. Anche quando la verdura è confezionata e pronta per l’uso guardare bene all’interno della busta perché potrebbe essere annerita o imputridita per via delle alte temperature se non conservata bene.

ultimo aggiornamento: 30-06-2017


Cucinare a vapore: consigli per gustare al meglio i cibi

Cibi contro le infezioni: cosa mangiare e cosa evitare