Ingredienti:
• 400 g di salsiccia lucanica trentina
• 100 g di speck
• 250 g di farina 00
• 300 ml di latte
• 3 uova
• 60 g di burro
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 15 min
cottura: 30 min

Lo smacafam è una ricca e saporita focaccia trentina  che si prepara nel periodo di Carnevale.

Lo smacafam è una ricetta trentina saporita e gustosa, ideale da servire durante le feste di Carnevale, ma che è buona anche tutto il resto dell’anno. Il Carnevale è una delle feste che prevede il maggior numero di ricette legate a un particolare periodo dell’anno. Come sempre lungo il nostro amato stivale, ogni regione, provincia o piccolo paese ha le sue specialità culinarie e le sue tradizioni.

Come abbiamo detto, lo smacafam arriva dal Trentino, ed è una focaccia salata a base di salsiccia luganega che si prepara nel periodo di Carnevale. Il nome vuol dire “smorza fame”, e dalla ricetta è facile capire perché questa preparazione sia stata chiamata così. Il resto del sibillino titolo, “per ancòi e per doman…” è una frase idiomatica che vuole dirci quanto questa focaccia sia ottima assaporata subito o gustata il giorno dopo.

La ricetta che segue è quella classica e tradizionale, ma vi suggeriamo anche qualche variante, qualora voleste cimentarvi con un piatto leggermente diverso. Provate a inserire nella ricetta altri salumi o dei formaggi: dipende anche da ciò che avete nella dispensa o nel frigorifero!

10 ricette per tenersi in forma

Smacafam
Smacafam

Preparazione dello smacafam

  1. Preriscaldate il forno a 180 °C. Aprite le uova in una ciotola, conditele con un pizzico di sale e di pepe e sbattetele leggermente. Setacciate la farina molto bene, evitando così il formarsi di grumi, e aggiungetela alle uova. Cominciate a impastare e aggiungete anche il latte, poco alla volta.
  2. Continuate a lavorare l’impasto versando tutto il latte, fino a che non avrete ottenuto un composto fluido e, soprattutto, senza grumi. Prendete una teglia da forno, imburratene fondo e pareti, infarinatela e eliminate l’eccesso di farina.
  3. Eliminate il budello dalla luganega e fatela a piccoli tocchettini. Aggiungeteli all’impasto e mischiate bene, infine inserite anche lo speck tagliato grossolanamente. Versate l’impasto nella teglia.
  4. Un’altra scuola di pensiero prevede di versare l’impasto nella teglia senza luganaga, e di aggiungere i tocchetti di luganega uno a uno sull’impasto in modo da distribuirli in modo più uniforme. A voi la scelta.
  5. Ponete la teglia nel forno ben caldo e fate cuocere per trenta minuti. Trascorso il tempo sfornate e fate risposare per almeno cinque minuti. Potete servire lo smacafam tiepido o freddo. Buon appetito!

E per altre ricette della tradizione trentina, ecco a voi come fare i canederli! E cosa ne dite di scoprire tante altre ricette del Carnevale?

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Carnevale

ultimo aggiornamento: 21-02-2020


Semolino di riso al latte: un piatto leggero e senza glutine!

Come fare lo zenzero candito?