Dallo smoothie alla smoothie bowl il passo è stato breve, ma la differenza è tanta. Ecco come preparare il frullato in ciotola ricco di nutrienti ideale per l’estate!

Quando si parla di cibo, spesso si finisce col parlare anche di moda e in un certo senso possiamo dire che la Smoothie Bowl è la moda del momento. Ottima soprattutto in estate perché permette di consumere un pasto completo, fresco e appagante, è perfetta anche come spuntino o come pasto sostitutivo degli sportivi.

Cosa sono le smoothie bowl?

Abbiamo già imparato a conoscere gli smoothie e sappiamo qual è la differenza con i frullati, ma la smoothie bowl va ben oltre. Qui la consistenza dello smoothie, ottenuto frullando frutta fresca congelata, è tale da sostenere il peso di altri ingredienti, impedendo che affondino.

10 ricette per tenersi in forma

Smoothie bowl
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/acai-ciotola-goji-bacca-smoothie-3613793/

Il risultato? Delle ciotole piene di colore e di ingredienti salutari che, combinati insieme, possono dare vita a un pasto o a uno spuntino. Nel primo caso si consiglia di non superare le 300 kcal totali, mentre nel secondo le 100/130 kcal.

Come preparare lo smoothie bowl perfetto?

Per un ottimo smoothie bowl dobbiamo ricordare alcune cose. Innanzitutto la frutta deve essere fresca e poi congelata. La base di partenza per ottenere una consistenza densa e cremosa può essere costituita da: banane, avocado o mango.

Va poi aggiunta della frutta a piacere, come pesche, fragole, ananas, kiwi, ecc in quantità doppia rispetto al frutto di partenza. Per esempio per 100 g di avocado aggiungeremo 200 g di kiwi.

Niente zucchero: la frutta già di suo contiene una parte zuccherina più che sufficiente per ottenere una bowl dolce e appagante. Come surrogato dello zucchero potete tuttalpiù aggiungere uno o due datteri essiccati.

Latte vegetale per conferire cremosità: aggiungere circa 40 ml di una bevanda vegetale a scelta (al massimo latte scremato), permette di ottenere una consistenza più liscia e cremosa quando si va a frullare la frutta.

Scelta la combinazione che più preferite di ingrediente di base, frutta e latte vegetale non vi resta che frullare in modo da ottenere un composto cremoso che andrete poi a trasferire in una ciotola.

Quali altri ingredienti aggiungere?

Dal momento che gli smoothie sono alimenti liquidi che non necessitano di masticazione, sarebbe opportuno aggiungere fibre, come cereali, o semi oleaginosi, per rallentare il processo di assorbimento degli zuccheri ed evitare il picco glicemico.

Ecco quindi che è possibile decorare la superficie delle Smoothie Bowls con altra frutta fresca, semi e frutta secca, ma anche barrette energetiche spezzettate se avete bisogno di una carica di energia extra per le vostra attività sportive.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/acai-ciotola-goji-bacca-smoothie-3613793/ ; https://pixabay.com/it/photos/frutto-del-drago-dragonfruit-pitaya-2343877/

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 16-07-2019


Tofu grigliato marinato al limone, la ricetta facile!

Semplice e deliziosa, ecco la ricetta della crostata vegana ai mirtilli