3 stelle assegnate a 13 ristoranti nella nuova guida

Tokyo si conferma come una delle città con i migliori ristoranti al mondo, per qualità, varietà, innovazione ma anche cucina tradizionale. A dirlo è l’edizione 2016 della prestigiosa Guida Michelin che assegna le ambitissime 3 stelle a ben 13 ristoranti, due stelle a 51 ristoranti e una stella a 153.

Una meta gastronomica da intenditori, quindi, che mantiene anche per quest’anno il titolo di capitale culinaria per eccellenza con il maggior numero di ristoranti stellati.
Nella lista dei ristoranti top a sorpresa entra il piccolo “Tsuta” ristorantino che serve ramen e i celebri spaghetti noodles, che conquista una stella: è la prima volta che la Bibbia del cibo assegna un tale riconoscimento a questa tipologia di ristorante, un fast-food, così in voga in Giappone che è inserito da sempre nella lista dei ‘Bib gourmand’, ovvero i locali che propongono cucina regionale di qualità con ottimo rapporto qualità-prezzo.

Ai big a tre stelle quest’anno si aggiunge “Kohaku” di elaborata cucina tradizionale kaiseki. Lo chef è davvero orgoglioso: “Per noi che lavoriamo in cucina – dice – questo premio è molto importante, ci dà visibilità, è garanzia della qualità del nostro cibo”.

A confermare l’eccellenza di Tokyo è Michael Ellis, direttore delle guide Michelin: “Quest’anno, dice, oltre ai ristoranti stellati abbiamo 82 ‘Bib gourmand’ che includono cibo da tutto il mondo e mostrano che Tokyo ha una cucina internazionale di tutto rispetto”.

Fonte: askanews

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-12-2015


Fajitas di pollo alla birra – VIDEO

Bere champagne previene l’Alzheimer – VIDEO