Ingredienti:
• 4 tranci di salmone fresco
• vino bianco q.b.
• salsa di soia q.b.
• tataki sauce (facoltativo)
• 1 cucchiaino di zucchero
• semi di sesamo q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 5 min

Il tataki di salmone è un gustoso super-classico della cucina giapponese: ecco la ricetta e tutti i consigli per la preparazione.

Il tataki di salmone è un piatto di culto in Giappone, ed è apprezzatissimo dai palati sopraffini di tutto il mondo. Si può preparare con molti pesci diversi, ma la regola d’oro deve essere sempre la stessa: scegliere il pesce freschissimo. Solo così si potrà apprezzare l’autentico gusto del pesce e assumere tutte le componenti che ne fanno uno degli alimenti più preziosi per la salute del nostro corpo.

Con la tecnica tataki si intende proprio quella di marinare una carne e poi scottarla appena in padella, rivestendola di semi di sesamo e creando dunque un effetto croccante fuori e una parte cruda, fresca e morbida all’interno.

Raffinato e appetitoso, il tataki non richiede particolari abilità in cucina, pur essendo un piatto speciale: il pesce, infatti, va marinato e scottato, e il gioco è quasi fatto. Noi lo abbiamo preparato di salmone, ma voi potete cimentarvi anche col tonno (o addirittura con il manzo), ugualmente delizioso e d’effetto.

10 ricette per tenersi in forma

Tataki di salmone
Tataki di salmone

Come fare il salmone scottato giapponese

  1. Per prima cosa scegliete dei tranci di salmone freschissimi, e assicurarvi di aver tolto ogni spina.
  2. Prendete una ciotola capiente, meglio se di vetro, e versatevi un po’ di vino bianco, salsa di soia e zucchero. Immergete i vostri tranci e lasciateli in marinatura per circa 20 minuti.
  3. Quando i tranci saranno ben marinati, scolateli dal liquido e poneteli su una piastra ben calda. Scottateli per circa quattro minuti (due per lato) e poi passateli nei semi di sesamo.
  4. Dopo averli tagliati a fette, disponete i tranci di salmone su un piatto da portata e aggiungetevi delle decorazioni: potete optare per delle rondelle di peperoncini verdi (crudi oppure leggermente saltati in padella), anelli di cipolla rossa, goma wakame o una ulteriore spolverata di sesamo. Infine se volete irrorate con la salsa della marinatura.
  5. Servite il vostro tataki di salmone su un bel piatto da portata e gustatelo con l’accompagnamento di un bel calice di vino bianco.

Beh, ora che avete provato questa prelibatezza non potete non assaggiare il tataki di tonno. Non è tutto: sono due ricette perfette per una cena romantica!

3.2/5 (5 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 31-01-2020


Minestra di cicoria: la zuppa semplice e ricca di sapore

Frittelle di mele e uvetta sultanina: per una merenda golosissima!