Ingredienti:
• 1 panetto di formaggio fresco per tomini
• 1 mazzetto di prezzemolo
• 2 spicchi di aglio
• mollica di pane q.b.
• 3 filetti di acciuga
• aceto di vino bianco q.b.
• olio di oliva q.b.
• sale q,b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 00 min

Le ricette dei tomini piemontesi sono tipiche della tradizione della Regione del Nord Italia. Scopri subito tutti i segreti di questo piatto.

I tomini piemontesi sono un antipasto della tradizione culinaria piemontese, nei ristoranti locali spesso vengono serviti con affettati misti e altri antipasti tipici. In questo caso non dovete preoccuparvi di rispondere alla domanda “tomini piemontesi come si cucinano?” perché il prodotto base della ricetta è un formaggio fresco che si trova in commercio in pratici panetti da tagliare a fette e non necessita di cottura. Può essere più o meno stagionato e ovviamente questo inciderà sul sapore finale del piatto.

Per condire i tomini potete potete preparare la salsa verde con prezzemolo, usata come vuole la tradizione anche per accompagnare il bollito, ma capita spesso di trovare anche i tomini freschi in salsa rossa, l’altro condimento tipico che invece ha come ingrediente base il pomodoro.

10 ricette per tenersi in forma

Tomini piemontesi
Tomini piemontesi

Preparazione dei tomini piemontesi

  1. Prendete il prezzemolo, sciacquatelo bene sotto acqua corrente poi asciugatelo e tenetelo da parte. Sbucciate gli spicchi di aglio e in seguito sgocciolate le acciughe dall’olio di conservazione.
  2. Ammollate la mollica del pane con l’aceto, intanto tritate il prezzemolo con l’aglio e le acciughe. Continuate fino a quando non avrete ottenuto un composto fine.
  3. Trasferite il tutto in una ciotola capiente, aggiungete il pane ammollato nell’aceto e ben strizzato. A questo punto aggiungete tanto olio di oliva quanto basta per avere una salsa morbida.
  4. Aggiustate di sale se necessario poi occupatevi del formaggio. Tagliate il panetto (in piemonte si usa solitamente il Sancarlin o un formaggio simile) a fette spesse non meno di 1 cm e adagiate il formaggio tagliato su un piatto da portata (a volte questo formaggio è talmente morbido, quasi come fosse una crema, che dovrete dar voi la forma aiutandovi con un cucchiaio e un coppa pasta).
  5. Vediamo ora come condire i tomini: distribuite la salsa verde sulla superficie del formaggio, decorate a piacere con peperoncino piccante o altri ingredienti a piacere e servite subito!

Conservazione

Vi consigliamo di consumare i tomini al verde piemontesi subito dopo la preparazione. Eventuali avanzi possono essere conservati in frigorifero, ma al massimo per un giorno.

Provate anche i tomini in crosta di zucchine, non ve ne pentirete!

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 17-09-2022


Funghi e salsiccia, gli ingredienti per una lasagna rustica

Gallina bollita: due ricette in una