Ingredienti:
• 1 kg di trippa
• 2 gambi di sedano
• 1 carota
• 1 cipolla
• 1 spicchio di aglio
• 1 mazzetto di menta
• 100 g di guanciale
• 100 g di pecorino romano
• 1 bicchiere di bino bianco secco
• 400 g di polpa di pomodoro
• 2 cucchiai di olio
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 120 min

Sperimentiamo un piatto tipico del Lazio, la trippa alla romana, che deve tutto il suo sapore a due eccellenze del territorio: percorino e guanciale!

La trippa alla romana è un piatto tipico della tradizione laziale – per trippa si intende lo stomaco di bovino. Da nord a sud viene cucinata con ingredienti diversi che di volta in volta le conferiscono nuovi profumi e nuovi sapori, basti pensare alla trippa fiorentina e alla busecca, la versione tutta milanese del piatto.

Nato come piatto povero, la trippa alla romana è diventata il piatto dei giorni di festa. Ancora oggi nelle trattorie di Trastevere, il famoso quartiere della capitale, è possibile leggere il cartello “Sabato trippa”. Ciò che differenzia questa ricetta dalle altre dello stivale sono gli ingredienti. A dare alla trippa alla romana il suo caratteristico sapore ci sono due ingredienti del territorio: il pecorino e il guanciale.

La ricetta che vi propongo è quella della famosa trattoria Sora Lella, affacciata direttamente sul Tevere e diventata nel corso degli anni una vera e propria istituzione: impossibile pranzare a meno di non aver prenotato con un notevole anticipo.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Trippa alla romana
Trippa alla romana

Come preparare la trippa alla romana

  1. La trippa che si acquista solitamente è già precotta, tuttavia consiglio di bollirla 20 minuti e di sciacquarla prima di utilizzarla. Fatto questo passaggio tagliatela a listarelle.
  2. Preparate un soffritto tagliando a cubetti sedano, carota e cipolla. Rosolateli nell’olio insieme allo spicchio di aglio schiacciato e, quando saranno teneri, aggiungete il guanciale anch’esso tagliato a dadini.
  3. Rosolate qualche istante, quindi aggiungete la trippa e fatela insaporire. Sfumate con il vino bianco e, quando non sentirete più odore di alcol levarsi dal vapore, aggiungete la polpa di pomodoro. Regolate di sale e pepe e cuocete per 2 ore. Ricordatevi a metà cottura di togliere lo spicchio di aglio e aggiungere le foglioline di menta.
  4. A cottura ultimata, togliete dal fuoco e aggiungete il pecorino, mescolando velocemente.

La trippa, annoverata tra le frattaglie, viene spesso sottovalutata, ma una volta provata questa ricetta vi dovrete ricredere. Se amate sperimentare vi invito a provare anche la trippa alla fiorentina!

0/5 (0 Reviews)

Facili, veloci e sfiziose: queste 10 ricette con le noci vi conquisteranno!

Hamburger di sorgo con verdure: una sfiziosità 100% Gluten free