Ingredienti:
• 4 uova
• pangrattato q.b.
• olio di semi per friggere q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 2 min

Scopriamo insieme come preparare le uova alla Cracco con degli ingredienti sempre presenti nelle nostre dispense.

Impossibile non conoscere Carlo Cracco, volto noto della televisione che con il suo carattere apparentemente burbero ha spaventato diverse edizioni di aspiranti cuochi nel talent culinario Masterchef. La sua bravura, come nel caso di molti altri chef del suo calibro, sta nel rivalutare ingredienti poveri e dar loro nuova dignità. È il caso delle uova alla Cracco, una ricetta di una semplicità disarmante, preparata con una manciata di ingredienti, ma che ha letteralmente conquistato tutti.

Noto anche come uovo fritto di Cracco, in sostanza è un tuorlo d’uovo passato nel pane grattugiato e poi fritto in olio. Il modo migliore di gustarlo è insieme agli asparagi (se sono di stagione), con una fonduta di formaggi, un’insalata oppure, se cercate qualcosa di davvero raffinato, una tartare di manzo. Curiosi di coprire come si prepara l’uovo di Cracco?

9 ricette autunnali per la tua tavola

Uova alla Cracco
Uova alla Cracco

Come preparare l’uovo di Cracco con la ricetta originale

Per prima cosa assicuratevi di utilizzare uova freschissime, meglio ancora se biologiche. Questo è un requisito fondamentale affinché bianco e rosso si separino senza fatica.

  1. Dividete l’albume dal tuorlo. Potete utilizzare il primo seguendo le nostre ricette con albumi dato che il protagonista della ricetta di Cracco è il tuorlo.
  2. Stendete sul fondo di una pirofila uno strato di almeno mezzo centimetro di pane grattugiato e formate quattro piccoli incavi.
  3. Adagiate al centro di ciascuno un tuorlo prestando attenzione a non romperlo.
  4. Copriteli poi con altro pane grattugiato creando uno strato sempre di mezzo centimetro.
  5. Trasferite la pirofila in freezer per almeno 2 ore (se avete un abbattitore, basteranno 30 minuti).
  6. A questo punto scaldate circa 3 cm di olio in una padella.
  7. Una volta raggiunti i 175°C (misurabili con un termometro da cucina), friggete le uova per 60-75 secondi.
  8. Scolatele delicatamente e servitele dopo averle passate su carta assorbente.

L’uovo fritto di Cracco è buono gustato in purezza, condito giusto con un pizzico di sale. Se volete rendere la panatura ancora più avvolgente, dopo il tempo nel congelatore, passateli uno a uno dell’uovo sbattuto e poi di nuovo nel pane grattugiato. Il tempo di frittura rimarrà invariato.

Insomma, siamo sicuri che lo chef sia riuscito a conquistarvi; se amate sperimentare, cosa ne dite di provare anche la torta di mele di Cracco?

Conservazione

Vi sconsigliamo di conservare il tuorlo fritto dopo averlo cotto. La delicatezza della ricetta è tale che le operazioni devo susseguirsi come indicato, pena la mancata riuscita del piatto.

3/5 (39 Reviews)
Idee per cena Uova

ultimo aggiornamento: 19-03-2021


Polpette di melanzane Bimby: un piatto salvacena super veloce

Impasto per la pizza: consigli ed errori da evitare