Alla “boutique del cioccolato” Majani (e ad Anna Majani) dobbiamo alcuni prodotti davvero rivoluzionari. Scopriamo la sua storia.

Anna Majani per la pasticceria italiana era un’istituzione. Non sarà stata famosa ai più come il moderno Re del cioccolato Ernst Knam, ma il mondo della cioccolateria – e la città di Bologna – le deve molto. La Regina del cioccolato si è spenta il 28 febbraio 2021, come annunciato dal figlio Francesco Mezzadri il giorno dopo sui social.

Majani è stata per anni – decenni – alla guida della storica azienda e della boutique del cioccolato, come la definiscono loro. Dietro al suo geniale intuito si cela l’idea del cremino FIAT, un dolcetto che sicuramente tutti hanno assaggiato almeno una volta. Scopriamo la sua storia, indissolubilmente legata a quella dell’azienda e vediamo quali sono i prodotti per cui sono diventati famosi.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Cioccolato Majani: la storia e i prodotti di punta

Il prodotto – forse – più celebre di Majani è il Cremino FIAT, nato nel 1911 quando l’azienda automobilisitica indice una gara tra i vari maestri del cioccolato per avere un prodotto innovativo, proprio come il modello FIAT Tipo 4. Non è certo un caso se l’idea vincente, un bon bon di cioccolato a 4 strati è in grado di sbaragliare la concorrenza degli abili cioccolatieri torinesi.

Quattro diversi gusti, perfettamente combinati in un cioccolatino a base di crema di nocciola, mandorla e cacao: questo sono i cremini che tutti noi conosciamo e dai quali ci siamo fatti conquistare ad ogni assaggio proprio come accadde all’inizio del ‘900.

Il legame di Majani con la città sabauda è però da ricercare ancora più indietro nel tempo, quando Torino era ancora Capitale. All’Esposizione Universale del 1867 Giuseppe Majani, il bisnonno di Anna, riuscì a conquistare un grande primato: la sua azienda diventò uno dei fornitori Real Casa. Pensate che gli fu persino concesso di usare lo Stemma Reale sull’insegna del negozio!

Simbolo dell’eccellenza del made in Italy, Majani, tra i suoi grandi classici può anche vantare le famose maxiovette, vendute in un cartone che ricorda proprio quello delle uova di gallina.

Impossibile non citare anche la uovoletta, una tavoletta di cioccolato con un ripieno (ovale) e le tante tavolette di cioccolato decorate a mano nei gusti più disparati (lavanda, bianco, nocciole e pistacchi…). E ancora le uova di Pasqua e le tante praline nei gusti più azzardati ma azzeccati (avete mai provato pesca e amaretto? E bianco e amarena?).

Un altro caposaldo del cioccolato Majani è la linea Scorza, il cioccolato più antico prodotto in Italia (dal 1832) che, con la sua texture ruvida e il suo gusto unico, è in grado di confermarsi anno dopo anno uno dei preferiti dai consumatori.

Giunti fino a qui vi sarete sicuramente resi conto dell’eccellenza di quest’azienda e dei sui prodotti, ma in caso aveste ancora qualche dubbio riguardo il suo essere innovativa, non possiamo non citarvi… i tortellini Majani, ovviamente in cioccolato! Ebbene sì, il legame dell’azienda con la sua Bologna (la patria del tortellino) è celebrato in una creazione davvero originale, disponibile anche in questo caso in diversi gusti.


Tutto su Enrico Bartolini e le sue 8 stelle Michelin

Enrico Cerea, tre stelle Michelin con il ristorante Da Vittorio