Come preparare le patate per le diverse cotture

Le patate sono uno degli ortaggi che conosciamo e consumiamo di più, ma siamo sicuri di sapere tutto? Come preparare le patate per le diverse cotture.

chiudi

Caricamento Player...

Preparare le patate per le diverse cotture è importante per avere sempre un risultato perfetto.

Per esempio, per le patatine fritte è sempre bene pulire le patate in modo uniforme. Bisogna tagliare le due estremità, per ottenere patate regolari, e poi tagliarle in fette spesse circa un centimetro. Di seguito, con un coltello adatto e ben affilato (quelli di ceramica vanno bene) possiamo ricavare dei bastoncini quanto più possibile uniformi tra loro.

Per ottenere una frittura perfetta, è bene mettere in ammollo le patate per 60 minuti in una ciotola di acqua ghiacciata, o in alternativa conservarle in frigo per qualche ora prima di friggerle.

Per le patate arrosto, una buona tecnica è quella di tagliarle a cubetti regolari o a spicchi, e sciacquarle tre volte per togliere l’amido in eccesso. Oppure, si possono sbianchire, ovvero lasciare in ammollo per un’oretta con un po’ di aceto e sale.

In alternativa, prima di metterle in forno, si può farle sbollentare per tre-quattro minuti, in modo che dentro siano più morbide.

Esistono in commercio degli speciali attrezzi per il taglio delle patate. Ad esempio, delle mandoline ondulate per ottenere delle chips rustiche, oppure degli scavini per ricavare le cosiddette “pommes parisienne” ovvero le palline di patate alla francese. Anche in questo caso le palline vanno sbianchite o lasciate in acqua gelata per un po’ di tempo.

Per bollire le patate, invece, non è necessario alcun trattamento: la regola da tenere a mente è quella di non sbucciare le patate e di farle bollire cominciando sempre da acqua fredda, e non calandole in pentola quando l’acqua bolle.

Leggete anche come pulire e cucinare topinambur

BUON APPETITO!

Fonte foto: Pixabay

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!