Come realizzare un dolce perfetto secondo Ernst Knam

Come fare un infuso vegan disintossicante

Ernst Knam il Re del cioccolato e l’eroe di Che Diavolo di Pasticceria svela tutti i trucchi per realizzare un dolce perfetto!

Ernst Knam nella sua nuova avventura televisiva Che diavolo di Pasticceria deve superare sfide quasi impossibili per far risorgere dalle proprio ceneri le pasticcerie sull’orlo del fallimento. Prodotti di scarsa qualità, liti, deliri di onnipotenza, e incomprensioni sono all’ordine del giorno, ma Knam non perde di vista la sua vera passione, e rivela a Gioia i suoi segreti per realizzare un dolce perfetto, in modo che certi disastri non vengano più commessi.

Ecco le sue regole d’oro: semplici ma fondamentali

La cosa più importante è non avere paura nell’affrontare la preparazione di un dolce, per quanto complicato possa sembrare, e non prendersi mai troppo sul serio.

La regola numero 2 è procedere con calma: l’unico modo evitare errori e dimenticanze.

Bisogna sempre ricordarsi di assaggiare: fidatevi del gusto e ricordatevi di sfruttalo.

Le ricette verranno meglio se utilizzerete solo ingredienti di altissima qualità, e i sapori saranno più netti e decisi.

E’ essenziale, inoltre che le dosi siano precise: la pasticceria è chimica e anche un grammo può fare la differenza.

Anche i passaggi di una ricetta vanno letti bene e con attenzione, e tenere sempre sott’occhio la ricetta aiuta a non farsi scappare nessun dettaglio: anche qui la precisione è tutto.

Un problema che spesso si riscontra è quello della frutta che sprofonda nell’impasto, per ovviare a questo inconveniente bisogna infarinare i pezzetti di frutta: il glutine impedirà loro di affossarsi.

C’è un solo dolce per il quale l’albume deve essere completamente montato: la meringa. Per tutti gli altri, l’albume va montato a circa ¾, in modo di favorirne ulteriormente la crescita con la cottura, e far sì che al termine di questa la pasta risulti più morbida“.

Infine, le cotture a temperature elevate fanno si che il dolce risulti bruciato all’esterno e crudo all’interno: da evitare.

Fonte foto: Facebook

 

Non perderti le altre golose ricette di Primo Chef, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 23-05-2016

Giulia Drigo

X