Come scegliere fiori di zucca e prepararli alla cottura

Delicati e gustosi, i fiori di zucca si prestano a mille ricette: ecco come scegliere fiori di zucca e prepararli alla cottura.

Scegliere fiori di zucca di qualità è molto importante per ottenere dei piatti davvero deliziosi. Gli ingredienti di base fanno sempre la differenza, in cucina, ed è per questo che dobbiamo imparare a scegliere i fiori di zucca migliori.

Anche se vengono sempre chiamati fiori di zucca, questi delicati fiori color arancio pastello non sono solo le infiorescenze della zucca, ma anche delle zucchine. Tra l’altro hanno anche un sesso quindi possono essere maschi o femmine (ma il gusto non cambia).

Quando dobbiamo scegliere i fiori di zucca al mercato, dobbiamo prestare molta attenzione a un fattore: i petali devono essere belli turgidi e gonfi. Se invece vediamo che i fiori risultano come avvizziti, un po’ striminziti e con le parti terminali incollate tra di loro, sarà meglio non acquistarli.

La delicatezza dei fiori di zucca è ben nota. C’è chi, pur di stare sicurissimo sulla pulizia di questi cibi, immerge i fiori in acqua e bicarbonato, per disinfettarli. Okay, lavarli non è affatto sbagliato, ma potremmo rischiare di far avvizzire il fiore, rendendolo meno adatto a essere farcito o fritto. Per questo motivo, il consiglio migliore è quello di trattare i fiori di zucca un po’ come i funghi, ovvero pulendoli con un panno umido, petalo per petalo, strofinando con estrema delicatezza.

A questo punto, dopo aver eliminato la parte interna, i fiori di zucca sono pronti per essere preparati in vari modi. Li si può farcire con vari ingredienti (ricotta e puree varie) e poi friggerli o passarli in forno. In alternativa, si possono friggere da vuoti, con una pastella leggerissima per non appesantire i petali, o tagliuzzarli per insaporire pasta, frittate e altre mille preparazioni.

Ecco come fare fiori di zucca ripieni

Fonte foto: Pixabay

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 25-04-2016

Caterina Saracino

X