Ingredienti:
• 600 g di polpa di cinghiale
• 60 g di burro
• 2 cipolle
• 1 peperoncino
• 2 foglie di alloro
• 300 ml di vino rosso
• 300 ml di aceto bianco
• acqua q.b.
• prezzemolo q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 120 min

Lo spezzatino di cinghiale è semplice da preparare in casa, una ricetta d’altri tempi ottima da accompagnare alla polenta nelle sere fredde.

Quando si pensa allo spezzatino è impossibile non immaginare una cena invernale da gustare al caldo della propria casa insieme alla famiglia. Se poi il protagonista è lo spezzatino di cinghiale allora il “quadretto” che abbiamo delineato può essere arricchito da un’ottima polenta fatta in casa. Peccato che molti considerino lo spezzatino di cinghiale troppo lungo e laborioso e rinuncino a questa prelibatezza dal sapore antico.

Oggi noi vogliamo svelarvi come trasformare i bocconcini di cinghiale in qualcosa di davvero strepitoso, tenero e scioglievole come non mai. Già perché uno dei rischi a cui si va incontro con la carne di selvaggina è proprio quello che risulti troppo dura o che non abbia perso il sapore di selvatico. Vediamo quindi come preparare lo spezzatino di cinghiale in modo facile e veloce.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Spezzatino di cinghiale
Spezzatino di cinghiale

Come preparare la ricetta dello spezzatino di cinghiale

  1. Per prima cosa tagliate la carne di cinghiale a tocchetti di 2 cm di lato. In questo modo velocizzerete la cottura e otterrete dei bocconcini tenerissimi.
  2. Mettetela in una ciotola non troppo capiente, versate l’aceto quindi tanta acqua quanta ne occorre ad arrivare a coprire il tutto a filo.
  3. Lasciatela marinare per almeno 8 ore così che perda il sapore di selvatico.
  4. Trascorso questo periodo di tempo, scolatela e asciugatela con della carta da cucina o con un panno pulito.
  5. In un tegame dal fondo spesso, meglio se in terracotta, sciogliete il burro e rosolate la carne su tutti i lati.
  6. Unite le cipolle tagliata a fettine, il peperoncino, le foglie di alloro e il prezzemolo tritato al coltello.
  7. Dopo aver fatto insaporire il tutto per qualche istante, sfumate con 200 ml di vino.
  8. Coprite e lasciate cuocere per un’ora e mezza quindi regolate di sale.
  9. Unite anche il vino rimanente e lasciate cuocere per altri 20 minuti prima di servire.

Seguendo lo stesso procedimento potete anche preparare lo stufato di cinghiale che, in sostanza, si differenzia dalla nostra ricetta solo per il taglio di carne. Nello stufato infatti dovrete lasciarlo intero. Va da sé che in questo modo i tempi di cottura diventano molto più lunghi: ci vorranno circa 4 ore affinché la carne risulti ben tenera.

Se questa ricetta vi è piaciuta, vi consigliamo di provare anche con altre preparazioni, ma prima è bene sapere come cucinare cacciagione e selvaggina a regola d’arte.

Conservazione

Potete conservare lo spezzatino di cinghiale in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica, fino a 3 giorni. Al momento di consumarlo, riscaldatelo in padella con un filo di acqua. È anche possibile congelare lo spezzatino, se preparato con carne fresca e non decongelata, fino a 4 mesi.

0/5 (0 Reviews)

ultimo aggiornamento: 04-07-2021


Ricetta della marmellata di fichi fatta in casa

Alla scoperta della ricetta della crostata di prugne in due versioni