Ingredienti:
• 4 uova
• 1 l di brodo di carne
• 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
• 1 cucchiaio di prezzemolo tritato (facoltativo)
• sale q.b.
• noce moscata q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 5 min
cottura: 5 min
kcal porzione: 230

Scopriamo insieme un piatto tipico della cucina romana, o meglio laziale, la minestra stracciatella in brodo: un primo piatto insolito!

Se siete alla ricerca di un primo piatto appagante e saporito, questa ricetta è ciò che fa per voi. Stiamo parlando della stracciatella in brodo, un piatto tipico della cucina laziale diffuso anche nella vicina Umbria e nelle Marche. In origine consumato in occasione del Natale o della Pasqua, oggi si prepara in ogni occasione.

È un piatto di una semplicità quasi disarmante nato, come sempre avviene con le ricette della tradizione, dall’esigenza di riutilizzare gli avanzi. In questo caso il brodo avanzato diventa il liquido di cottura delle uova per dare vita a una minestra ricca di sapore e di sostanza.

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Stracciatella con le uova in brodo
Stracciatella con le uova in brodo

Come cucinare la ricetta della stracciatella in brodo

  1. Come prima cosa occorre sgusciare le uova in una ciotola. Vi consigliamo di utilizzare per quanto possibile uova biologiche o di allevamento a terra che si possono distinguere a seconda dei numeri riportati su ogni uovo.
  2. Sbattetele con il parmigiano, un pizzico di sale e la noce moscata.
  3. Portate a bollore il brodo di carne scelto (in alternativa, per una variante vegetariana, utilizzate brodo vegetale) quindi versatevi le uova sbattute, mescolando con una frusta da cucina. Lasciate cuocere per 5 minuti, finché le uova non si saranno rapprese.
  4. A questo punto versate le porzioni nei piatti fondi e, a piacere, completate con del prezzemolo tritato.

Per completare il piatto potete anche aggiungere delle fette di pane passate al grill, in modo da renderle croccanti. Per una spinta di sapore in più, una volta calde strofinatele con uno spicchio di aglio. Questo piatto è perfetto su inserito nel vostro menù di Pasqua.

Conservazione e varianti della stracciatella in brodo

La stracciatella alla romana va consumata appena fatta. Se ne sconsiglia pertanto la conservazione in frigorifero e la congelazione.

Il brodo può essere di pollo, per un piatto più leggero, o di manzo, per una ricetta più sostanziosa. Dato il diffondersi della cucina vegetariana, è possibile preparare la stracciatella alla romana con il brodo vegetale.

Provate un’altro piatto della tradizione culinaria del nostro stivale: pasta e patate!

Dove nasce la minestra stracciatella? Origini del piatto

Come spesso avviene la stracciatella è un piatto povero, che serviva per non buttare mai nulla dopo i periodi di festa. Anche le famiglie più umili, infatti, era probabile riuscissero a far bollire un pezzo di carne durante il Natale o la Pasqua. Il giorno dopo, per non buttare il brodo e usare le uova rimaste, si utilizzavano gli ingredienti per preparare questa stracciatella in brodo alla romana.

Il piatto non si è naturalmente fermato ai confini romani, ma anzi tantissime regioni limitrofe lo hanno fatto proprio e si può infatti gustare pressoché lungo tutto lo Stivale.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Pasqua Pranzo di Natale

ultimo aggiornamento: 28-02-2022


Prepariamo la crescia pasquale, una torta salata morbida e golosa

Prepariamo il polpettone, però con i fagioli!