Ingredienti:
• 400 g di fettuccine fresche
• 300 g di trito di vitello
• 600 g di passata di pomodoro
• 4 cucchiai di parmigiano grattugiato (+ q.b. per spolverizzare)
• 1 gambo di sedano
• 1 carota
• 1 cipolla
• 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
• 1 fetta di guanciale
• 12 fette di prosciutto crudo
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 40 min

In tutto il Lazio c’è una ricetta poco conosciuta che dovreste assolutamente provare: il timballo alla Bonifacio VIII.

Se siete in dubbio nel provare la ricetta del timballo alla Bonifacio VIII sappiate che il ristorante che lo ideò per primo ha creato un marchio registrato per tutelarne ricetta e preparazione. Questa ricetta laziale, in sostanza, è un timballo di fettuccine condite con un sugo di polpette e pancetta avvolto in uno scrigno di prosciutto crudo.

La storia del timballo alla Bonifacio VIII va di pari passo a quella del locale dove è nato. Oggi Ristorante del Gallo, un tempo Casa del Gallo, si trova ad Anagni, in provincia di Frosinone. È in questo contesto quasi contadino che nasce un prodotto tipico in grado di superare i confini comunali e diffondersi in tutto il Lazio ed è proprio per questo motivo che uno degli eredi del locale decide di brevettare marchio e ricetta. Noi abbiamo studiato una ricetta il più simile possibile all’originale ma purtroppo non siamo in possesso di tutti i segreti.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Timballo alla Bonifacio VIII
Timballo alla Bonifacio VIII

Come preparare la ricetta del timballo ciociaro alla Bonifacio VIII

  1. Per prima cosa preparate le polpette amalgamando il macinato semplicemente con un pizzico di sale, uno di pepe e il parmigiano. Dategli poi la forma rotolando delle piccole porzioni tra le mani ottenendo polpette grandi circa come un’oliva.
  2. Tenetele da parte e preparare un trito aromatico con sedano, carota e cipolla da rosolare in padella con un paio di cucchiai di olio.
  3. Aggiungete anche il guanciale a striscioline e una volta tenero incorporate le polpette e fatele rosolare per bene.
  4. Coprite con la passata di pomodoro e lasciate cuocere per mezz’ora.
  5. Lessate poi le fettuccine in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione.
  6. Rivestite internamente uno stampo a cerniera da 12 cm con le fette di prosciutto crudo.
  7. Una volta pronta la pasta, scolatela e insaporitela con il sugo.
  8. Versate il tutto nello stampo ricoperto di prosciutto, completate con una spolverata di parmigiano e richiudete le fette prima di passare il tutto in forno a 170°C per 10 minuti.

Se questa ricetta vi è piaciuta vi consigliamo di provare anche la pasta al forno con polpettine, la protagonista perfetta dei pranzi della domenica.

Conservazione

Il timballo alla Bonifacio VIII si conserva in frigorifero per un paio di giorni. Vi consigliamo di riscaldarla in forno per qualche minuto prima di consumarlo.

4.3/5 (4 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 10-02-2022


Avete detto pasta al radicchio e salsiccia?

Tahdig: lo speciale riso persiano in crosta dorata