Nel suo curriculum si leggono nomi di tutto rispetto, ma lo chef Roberto Di Pinto corona il suo sogno aprendo il proprio ristorante a Milano, il Sine.

Roberto Di Pinto è uno chef di origini napoletane. Coltiva la sua passione per la cucina fin dall’età di 16 anni e questo lo porta a conquistare ruoli sempre più importanti, senza saltare nessuno scalino della gavetta, fino a diventare lo chef del Bulgari Hotel di Milano. Dal 2018 gestisce un suo ristorante, il Sine, dove propone una cucina gastrocratica e nel 2019 lo vediamo al fianco di Andrea Castrignano nel programma di La5 Aiuto! Arrivano gli ospiti… Vediamo di conoscerlo meglio!

Chi è Roberto Di Pinto?

Classe 1982, Roberto nasce a Napoli, dove trascorre tutta la sua adolescenza insieme ai quattro fratelli. È grazie al padre che nonostante le difficoltà non accantona mai il sogno di diventare chef.

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Roberto Di Pinto
Fonte foto: https://www.instagram.com/roberto_di_pinto/?hl=it

Inizia come garzone presso la pasticceria Scaturchio di Napoli per poi entrare nella catena Starwood che lo porta a lavorare in ristoranti stellati in giro per il mondo come il Conservatory e Fiore a Londra. Torna in Italia, prima a Firenze e poi a Milano dove si fa le ossa al Diana Majestic ma soprattuto al Nobu.

Trascorre poi un breve periodo a Parigi per fare definitivamente ritorno in Italia seguendo uno stage presso la Torre del Saracino di Gennaro Esposito. Approda infine al Bulgari Milano, divenendone chef.

È il 2018 quando finalmente dà vita al suo sogno inaugurando il Sine, un ristorante situato in Viale Umbria a Milano. Qui la filosofia gastrocratica la fa da padrone in tutto: dai piatti agli arredi fino al conto. Già perché l’idea del Sine (non è un caso che questa parola in latino significhi proprio “senza”) è quella di togliere tutto il superfluo dal piatto e quindi dal conto.

Il risultato è un locale sobrio ma elegante dove è possibile degustare un menù da cinque portate al costo di € 45, magari accompagnato da una degustazione di tre calici di vino a € 13. Tutto è pensato per essere alla portata di tutti, anche dei giovani. A loro infatti ha riservato una serata infrasettimanale in cui possono gustare per €35 un menù da cinque portate.

3 curiosità su Roberto di Pinto

• Di Pinto è sposato ma i dettagli della sua relazione non sono noti. Anche sul suo primo Instagram preferisce condividere unicamente qualche dettaglio delle sue passioni.

• Roberto vive e lavora a Milano, ma il suo patrimonio economico non è noto.

• Ama cucinare piatti tipici della tradizione italiana rivisitati in chiave moderna.

Fonte foto: https://www.instagram.com/roberto_di_pinto/

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 21-11-2019


Chi è Mattia Antonio Cianca, il miglior Sommelier italiano Aspi 2019

Chi è Salt Bae, il cuoco turco che ha fatto impazzire il web