Questi fagioli di soia orientali possono essere usati in molti modi: ecco come fare edamame.

Gli edamame sono un alimento assolutamente da scoprire. Si tratta di fagioli di soia molto diffusi in Giappone e in Cina, ma che stanno arrivando in ogni parte del mondo, e che possiamo trovare anche congelati nei supermercati.

Questi “fagioli dello stelo” (il significato letterale della parola giapponese edamame) sono di colore verde e ricordano un po’ i baccelli dei piselli, ma sono molto più grossi.

La particolarità degli edamame è che si cucinano direttamente con il baccello, quasi come se fossero dei normali fagiolini. Si mangia, però, solo la parte interna, quindi il fagiolo di soia, mentre il baccello non viene consumato.

Un po’ come quando si mangiano le fave, che vengono portate in tavola con tutto il baccello e che si sgranano volta per volta, quindi, ma la differenza è che l’edamame va prima cotto.

COME CUCINARE GLI EDAMAME

Gli edamame sono disponibili sia freschi (anche se è più complicato reperirli) che congelati.

Nel caso li troviate freschi, dovrete lessarli in acqua salata per circa 3 minuti, con tutto il loro baccello – che poi andrà rimosso.

Se invece li comprate surgelati, il procedimento di cottura non cambia, anche se la tempistica aumenta di un minuto circa. Dovranno essere sodi, mai troppo morbidi.

Gli edamame si possono cucinare anche in padella, aggiungendo acqua e sale e coprendo il coperchio, mescolando per far cuocere i fagioli di soia in maniera uniforme.

COME CONDIRE GLI EDAMAME

Gli edamame possono essere conditi con del semplice sale fino, come fanno gli orientali, ma anche con della salsa di soia, oppure con dell’olio extra vergine di oliva e un po’ di pepe. Va da sè che quando avrete imparato a conoscerne bene il gusto, potrete optare per gli abbinamenti con i condimenti che più vi piacciono.

COME USARE GLI EDAMAME NELLE RICETTE

Questi fagioli di soia possono essere utilizzati davvero in tantissime ricette, che mano a mano vi illustreremo passo per passo su Primo Chef.

Ad esempio, potete usarli per dare un tocco in più alle insalate e ai vari contorni di verdura. Oppure, potete realizzare con essi un pesto per condire la pasta, qualora non li vogliate utilizzare interi, per dare un po’ di croccantezza.

Gli edamame daranno un tocco di gusto in più anche alle cozze, ai gamberi, al salmone, al tonno; ma sono squisiti anche in accompagnamento alla carne, sia rossa che bianca.

Possono essere una nota fresca anche a lato di un tagliere di formaggi e salumi.

Fonte foto: Wikipedia

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Come fare lingue di gatto

Come cucinare melanzane