Come fare la pastiera napoletana tradizionale

La pastiera napoletana è un dolce tipico della tradizione pasquale partenopea, ma è buona in tutte le stagioni.

chiudi

Caricamento Player...

La pastiera napoletana ha un tradizionale significato di augurio di buona prosperità simboleggiata dal grano ed è quindi anche un regalo gradito con il profumo della primavera portato dai fiori d’arancio.

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 60′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 25′ + 30′ di riposo

INGREDIENTI PASTIERA NAPOLETANA per uno stampo di 26-28 cm di diametro

  • 400 g di grano precotto
  • 370 g di farina
  • 350 g di ricotta di pecora
  • 300 g di zucchero
  • 200 ml di crema pasticciera
  • 200 g di burro
  • 100 ml di latte
  • 100 g di canditi
  • 8 tuorli
  • 3 albumi
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • 1/2 fiala di acqua di fiori d’arancio
  • cannella
  • zucchero a velo
  • sale q.b.

pastiera napoletana

PREPARAZIONE PASTIERA NAPOLETANA

Iniziate preparando la pasta frolla. Frullate nel mixer 350 g di farina con 175 g di burro freddo a pezzetti fino a ottenere un composto a briciole. Aggiungete 4 tuorli, 175 g di zucchero, la scorza grattugiata del limone, ben lavato con il bicarbonato e asciugato, e un pizzico di sale. Azionate l’apparecchio fino a formare una palla, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in frigo per 30 minuti.

Potete anche preparare la frolla a mano naturalmente. In tal caso tenete sempre le mani ben fredde e lavorate poco l’impasto. Appena si forma la palla mettetelo in frigo. Non va pasticciato e non deve diventare appiccicoso.

Preparate il ripieno. Scaldate il grano per 5 minuti con il latte, un cucchiaio di burro, la scorza d’arancia, lavata come il limone e asciugata, grattugiata, 2 cucchiai di zucchero e la cannella a piacere. Mescolate, unite l’acqua di fiori d’arancio e fate raffreddare.

Montate i tuorli e lo zucchero rimasti e continuate a montare aggiungendo prima la ricotta, poi il composto di grano, i canditi e la crema pasticciera. Infine unite gli albumi montati a neve.

Preriscaldate il forno a 180°C. Intanto stendete 3/4 della frolla tra 2 fogli di carta da forno, infarinandola leggermente, e tiratela con il matterello a mezzo centimetro di spessore. Sistematela nello stampo, togliete il foglio superiore ed eliminate la pasta che fuoriesce dal bordo. Punzecchiate il fondo e versateci all’interno il ripieno.

Unite la pasta rimasta ai ritagli, stendetela come prima, tagliatela a strisce e incrociatele sulla torta per creare la classica decorazione a losanghe. Infornatela per un’ora.

Servite la pastiera napoletana fredda cosparsa di zucchero a velo.

La ricotta di pecora è molto saporita e diversa da quella vaccina. Provatela in questo sfizioso antipasto: “Bignè salati con crema di carote alle spezie e zenzero“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!